Si rinnova la sezione “news” di Libero.it

→ D@di per Downloadblog.it

Dopo aver parlato approfonditamente, ieri e l’altroieri, dei grossi problemi della Webmail di Libero.it, oggi parliamo invece di una nuova iniziativa del primo portale italiano, che ha deciso di dare una svolta alla sua area news grazie a un accordo tra Wind e Ansa per la diffusione di contenuti multimediali.

Grazie alla partnership con la prima agenzia d’informazione italiana, dunque, la sezione delle notizie viene completamente ridisegnata, a partire da una nuova veste grafica fino ad arrivare alla realizzazione di centinaia di notizie e approfondimenti, ogni giorno, su politica, economia, cronaca e sport.

La sezione “Mediacenter”, inoltre, ospiterà 16 edizioni quotidiane dei tg video “AnsaLive” e gli approfondimenti video “Primo Piano” sulle notizie più significative della giornata. Libero News – tengono a precisare i capi-progetto, “si avvale anche del lavoro della redazione interna di Libero.it, con l’obiettivo di realizzare una forte interazione con i lettori, secondo le logiche consolidate del Web 2.0″.

La posta di Libero.it in tilt?

Qualche tempo fa avevo scritto un pezzo dal titolo “Si rinnova la Webmail di Libero.it” in cui spiegavo pregi e difetti della nuova casella di posta elettronica del primo internet provider italiano. Ieri sono stato sommerso da segnalazioni (molte anche nei commenti a quel pezzo) di malfunzionamenti della posta, che mi hanno spinto a scrivere un post proprio sull’accaduto. In molti mi hanno chiesto un consiglio su come comportarsi, perché non riuscivano/riescono ad accedere alla posta o ad aprire i propri allegati. Il consiglio che ho dato a tutti è di aspettare questa fase di transizione, controllare l’apertura della Webmail da un altro computer e, se i problemi dovessero continuare, rivolgersi a un servizio di posta elettronica più evoluto e più affidabile, come Gmail di Google, ad esempio.

Qualche settimana fa avevamo parlato dell’uscita, almeno in fase di testing, della nuova versione della Webmail di Libero.it, una versione aggiornata e più vicina agli standard (e alle aspettative degli utenti) del Web 2.0.

Da qualche giorno, però, la posta di Libero, che – lo ricordiamo – è una dei servizi più utilizzati dagli utenti italiani, risulta diffcilmente accessibile. Sarà perché è cambiata la grafica della home page (da cui attualmente non è più possibile accedere direttamente alla posta), sarà perché sono in corso delle modifiche ai server… ma capita sempre più spesso di ricevere errori e di non riuscire a entrare nella propria casella di posta.

Da qualche ora – ce l’avete segnalato, allarmati, in molti – la posta di Libero è addirittura inaccessibile: a volte il browser carica all’infinito, altre volte esce fuori un “errore di timeout”, altre ancora “il servizio non è disponibile”. Vi terremo aggiornati, come sempre, in attesa di capire meglio cosa stia accadendo.

AGGIORNAMENTO /1: Anche se con molta fatica, da qualche minuto riusciamo nuovamente ad entrare nella posta elettronica di Libero. Continuateci, comunque, a segnalare cosa succede dalle vostre parti.

AGGIORNAMENTO /2: Forse scoperta la causa del problema. Da una decina di minuti, infatti, entrando nella Webmail si viene reindirizzati direttamente (non senza errori di timeout) alla nuova versione della posta, mentre della vecchia versione non c’è più traccia. I grossi problemi che hanno afflitto gli utenti tutto il pomeriggio, dunque, potrebbero essere stati causati da questo importante cambiamento, che tuttavia – immaginiamo – andrà a creare non poche rogne a tutti coloro che in queste ultime settimane si sono trovati male con la versione 2.0 della Webmail.

Si rinnova la Webmail di Libero.it

Dopo anni di “immobilità”, finalmente Libero.it, uno dei più importanti portali italiani, di proprietà del gruppo Wind e con migliaia di account registrati, ha rinnovato il suo servizio di posta elettronica. Da qualche ora, infatti, nella home di Libero è possibile scegliere, facendo il login, se utilizzare la Webmail tradizionale (che ormai era diventata abbastanza vecchiotta e obsoleta) oppure se scegliere la nuova Webmail.

Ed è proprio della nuova Webmail che vogliamo parlare oggi. Graficamente più bella, occupa tutta la finestra del browser (ma si auto-riduce quando ridimensioniamo la finestra) e sembra, almeno a prima vista, molto simile alla nuova Yahoo! Mail.

Ciò che notiamo subito è la semplicità d’uso: i comandi sono tutti immediatamente visibili, e le scritte delle azioni principali (scrivi posta, cancella, inoltra, rispondi, etc) sono molto grandi e immediatamente riconoscibili. La visualizzazione è quella classica a tre pannelli stile Outlook, e il caricamento delle mail risulta abbastanza veloce.

Presente anche una casella per lo spam (utissima la funzione di svuotamento di tutta la cartella, senza guardare i messaggi che ci sono all’interno). Tra le opzioni, anche la possibilità di utilizzare account multipli e quella di leggere la posta su un Blackberry.

Unica pecca: l’utilizzo appare ancora un po’ macchinoso: il sistema, infatti, chiede conferma per diverse operazioni, tra cui la cancellazione di un messaggio e l’uscita dal servizio di posta. Tra l’altro abbiamo trovato un po’ macchinosa anche la gestione degli allegati: mentre prima le immagini si aprivano subito, ora ci viene imposto di scaricarle (ma è solo questione di abitudine).

Complimenti dunque allo staff di Libero, che finalmente ha aggiornato la Webmail, portandola a tutti gli effetti ai tempi del Web 2.0.