Il maltempo continua a flagellare l’Italia, video e foto dei telespettatori di Sky TG24

Dalla Lombardia alla Liguria fino a Roma mezza Italia continua ad essere sommersa da fango e pioggia. Nel mio servizio una carrellata di immagini inviate alla redazione di Sky Tg24 dai telespettatori.

Il mio servizio per Sky Tg24

Continua a leggere Il maltempo continua a flagellare l’Italia, video e foto dei telespettatori di Sky TG24

La piena del Tevere

Come tutti sapete, oggi è una giornata molto difficile per Roma: a causa delle forti piogge degli scorsi giorni, che stanno mandando letteralmente in tilt la città, il Tevere si è ingrossato d’acqua e detriti. Proprio per oggi è prevista l’onda di piena nel centro di Roma, che potrebbe anche causare molti danni ai quartieri dove gli argini sono meno elevati.

Quelle che seguono sono alcune fotografie scattate ieri all’altezza di Ponte Sisto.

Il maltempo flagella l’Italia. Il mio servizio per Sky Tg24

 

La situazione è particolarmente difficile in Piemonte, Lombardia e Liguria: 1000 i chilometri di rete autostradale imbiancata nel Nordovest. Durante la giornata di oggi neve, pioggia e vento si sposteranno verso le regioni orientali.

E l'ultima pioggia d'agosto mette in ginocchio la Puglia

da REPUBBLICA BARI – pag. VI

Raffiche di vento hanno flagellato tutta la regione. Mobilitate le capitanerie

di DANIELE SEMERARO

Piogge e forte vento hanno caratterizzato la penultima giornata di agosto in Puglia, con problemi per la circolazione stradale e la navigazione. Le raffiche di vento, che nelle zone di Acquaviva delle Fonti, Putignano, Sammichele e Gioia del Colle hanno raggiunto velocità di 80 chilometri orari, sono state causate, spiegano gli esperti del servizio meteorologico, «da aria calda di libeccio che sollevandosi in maniera repentina a tratti ha causato vere e proprie trombe d´aria». A Bari i vigili urbani e i vigili del fuoco hanno ricevuto moltissime segnalazioni di pannelli pubblicitari caduti, tende da sole pericolanti e vasi di fiori in bilico sui balconi. In alcuni casi è stato necessario intervenire con le autoscale. All´aeroporto di Palese alcuni viaggiatori hanno segnalato atterraggi più bruschi del solito, ma tutto è avvenuto in sicurezza. Velivoli fermi, invece, all´Aeroclub.

Tanti i tamponamenti sulle strade dovuti al terreno bagnato, nessuno grave, mentre gli operai dell´Anas sono intervenuti per rimuovere numerosi alberi caduti e rami sporgenti in particolare sulla statale 90 nella zona di Foggia, sulla 100 a Sammichele e sulla 96 in località Mellitto. I problemi maggiori però sono stati causati dal mare molto mosso. A Bari due ragazzi, partiti con un gommone dalla spiaggia di Pane e pomodoro, allontanatisi dalla riva sono rimasti bloccati sulla barriera frangiflutti. Sono stati tratti in salvo dai militari della capitaneria di porto dopo un´operazione molto difficile a causa delle forti raffiche di vento. Nonostante la pioggia non è scattato il divieto di balneazione sulla spiaggia barese.

Problemi anche a Brindisi, dove due motovedette hanno riportato a riva le tre persone a bordo di una nave da diporto, la Barbarossa, incagliata sulla costa nella zona di Torre Cavallo. A Torre Suda, vicino a Gallipoli, soccorsi due ragazzi di 14 e 15 anni che a causa dello choc e delle abrasioni dovute agli sfregamenti contro gli scogli sono stati portati in ospedale.

A Monopoli due diciottenni sono stati portati in salvo dai militari della capitaneria; a bordo di due canoe non riuscivano a tornare a riva a causa del forte vento. Sempre a Monopoli sono state salvate altre quattro persone: la loro imbarcazione aveva una vela rotta e il motore in avaria. Bloccati i collegamenti fra Termoli e le isole Tremiti. Fermi anche molti pescherecci.

Maltempo e traffico, inizia l'esodo di agosto

da REPUBBLICA BARI – pag. VII

Piogge nel Barese e nel Salento. La motonave per le Tremiti è costretta a rinviare la partenza. Ancora incidenti

di DANIELE SEMERARO

Maltempo e traffico intenso stanno caratterizzando i giorni «di fuoco» dell´estate pugliese. Giorni in cui, stando alle informazioni di Telefono Blu, in tutta Italia stanno lasciando le città oltre 25mila vacanzieri.

Sul fronte del maltempo, Salento e Valle d´Itria sono state le più flagellate, con piogge anche forti che hanno provocato disagi e allagamenti. I violenti temporali si sono abbattuti principalmente sulla provincia di Lecce, e hanno colpito alcuni centri meridionali, come Tricase, Santa Maria di Leuca, Torre Vado e Marina di Morciano a Leuca. Numerosi allagamenti anche a Casalabate; decine di richieste d´intervento ai Vigili del Fuoco a Putignano. Molti gli alberi caduti che hanno provocato difficoltà alla circolazione. Acquazzoni anche nel sud est barese. A Lecce le forti raffiche di vento, simili a una tromba d´aria, hanno provocato la rottura dei vetri di alcune finestre del Municipio.

A Sannicola un fulmine si è abbattuto su un´abitazione causando un corto circuito. Le tre persone che erano in casa sono fortunatamente rimaste illese. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco, che hanno lavorato ore e ore per sgomberare i danni provocati dal vento. Danneggiati anche altri palazzi.

A causa del maltempo, inoltre, una delle tre imbarcazioni che effettuano ogni giorno la spola tra Termoli e le isole Tremiti è rimasta in porto. Il mare forza 4, infatti, ha impedito alla barca di effettuare il collegamento turistico. La Capitaneria di Porto ha reso noto di essere in allerta, pronta per ogni intervento sia in mare che in terra. Qualche disagio anche agli imbarchi al porto di Brindisi, ma questa volta per via dell´eccessivo numero di turisti.

Per i prossimi giorni l´ondata di maltempo non lascerà la regione: domani è previsto tempo variabile con nuvole e sole che si alterneranno; lunedì, invece, potrebbero ritornare gli acquazzoni. Le temperature sono scese un po´ ovunque, e il caldo ha dato una tregua.

Sul fronte della viabilità, ieri mattina a causa del ribaltamento di un camion carico di bibite è stata chiusa la Circonvallazione di Foggia, all´altezza dell´imbocco per la statale 16 per San Severo. Code e rallentamenti anche tra Canosa (dove c´è l´allacciamento con l´A16) e Bari sud, con tempi di percorrenza anche superiori a un´ora. Code sulla statale 106 «Jonica».

Intanto il Comitato operativo per la viabilità della Prefettura di Bari ha reso noto il «Piano operativo per la gestione coordinata delle emergenze connesse all´intensificazione veicolare conseguente all´esodo estivo». In particolare, fino al tre settembre saranno sotto osservazione privilegiata la statale 16 da Bari a Monopoli e viceversa e l´A14 tra Canosa e Bari. Il piano operativo prevede controlli a tappeto e postazioni fisse con ambulanze. In caso di forti rallentamenti e afa, inoltre, entreranno in azione i volontari, che daranno agli automobilisti in difficoltà acqua potabile, beni di prima necessità e assistenza.

TARANTO – È un piccolo giallo quello che si è consumato a Marina di Lizzano. Giovedì una bagnante aveva notato nelle acque di lido Bagnara una persona in difficoltà. Nella zona soffiava un forte vento di maestrale. Subito sono scattati i soccorsi: una motovedetta e un gommone della Capitaneria di Porto di Taranto hanno scandagliato le acque ma non hanno trovato nulla. Inoltre, nessuno ha segnalato la scomparsa di amici o famigliari. Forse il bagnante è riuscito da solo a raggiungere la riva.