Flatulenze natalizie e centimetri

→ Daniele Semeraro per lo Stivale Bucato

I francesi hanno bisogno di condom più grandi, centimetro alla mano. E le mucche causano il global warming. Il nuovo appuntamento con le notizie più “Follini” dal mondo

 

LE FLATULENZE DELLE MUCCHE? RESPONSABILI DEL RISCALDAMENTO GLOBALE
Fabbriche inquinanti? Paesi che non rispettano gli accordi di Kyoto? Gas di scarico delle automobili? Nessuna di queste è la causa principale del riscaldamento globale, che tanto ci sta facendo penare – con i cambiamenti climatici che ne conseguono – in questo periodo. La vera causa di tutti i nostri problemi sono le mucche. E in particolare… le loro flatulenze. Tanto che le “puzzette” delle bovine americane potrebbero presto essere tassate come un qualunque gas di scarico inquinante. A proporlo è niente di meno che un disegno di legge dell’Epa, l’agenzia governativa americana che si occupa di protezione ambientale. Gli esperti, in particolare, vorrebbero mettere a carico degli agricoltori statunitensi i gas emessi dai loro animali. Secondo ricerche più recenti, infatti, la digestione dei bovini produce un’altissima quantità di metano nell’atmosfera… per questo la tassa sulle emissioni di monossido di carbonio applicata comunemente alle ciminiere potrebbe da un momento all’altro essere applicata anche al loro didietro. Secondo il progetto di legge (che deve comunque passare ancora al vaglio del Parlamento di Washington) ad essere tassate saranno solamente le aziende agricole con meno di 25 mucche da latte o 50 bovini o – ancora – 200 maiali. Queste dovrebbero sborsare 175 dollari all’anno (l’equivalente di ben 138 euro!) per ogni mucca. Sul piede di guerra, ovviamente, l’intero settore agricolo e caseario.

RAGAZZINO PRENDE LA MACCHINA DEL PROF. E PROVOCA UN GRAN BELL’INCIDENTE
Chi la fa l’aspetti. Un ragazzino tedesco di otto anni che voleva scusarsi con la madre per aver preso un brutto voto a scuola ed essere stato mandato, per punizione, fuori dalla classe per un’ora, ha pensato bene di prendere la macchina della maestra e di recarsi a casa. Causando, ovviamente, un brutto incidente. Il bambino di terza elementare, dopo aver preso un pessimo voto, era stato mandato fuori dalla classe a riflettere sull’accaduto. Il rimorso era troppo, la paura per una punizione era sempre più pressante. E così, “prese in prestito” le chiavi dell’automobile del docente (lasciate – dobbiamo dirlo – incautamente incustodite) è scappato fuori dalla scuola e ha messo in moto la macchina. “Il ragazzino è riuscito a mettere la prima e ha guidato per oltre cento metri – ha spiegato il portavoce della polizia municipale della cittadina di Zwickau, nell’est del Paese – prima di schiantarsi contro una Volvo parcheggiata proprio fuori dalla scuola”. Causando, aggiungiamo noi, oltre ottomila euro di danni. Il “chi la fa l’aspetti” con cui abbiamo aperto il pezzo era evidentemente rivolto alla maestra.

FRANCESI: VOGLIAMO CONDOM PIÙ GRANDI
Vogliamo condom più grandi. A protestare contro le principali marche farmaceutiche che producono preservativi sono i francesi… proprio loro! Secondo uno studio di una grande casa farmaceutica tedesca, infatti, i francesi avrebbero bisogno di preservativi più lunghi, più larghi e più comodi… mentre per i greci andrebbero bene anche condom di misura più piccola. Lo studio, svolto dall’“Institute of Condom Consultancy” di Singen (ma davvero esiste un istituto di consulenza sui preservativi???), ha coinvolto per otto mesi oltre 10.500 uomini provenienti da 25 paesi. I quali – udite udite! – hanno dovuto prendere diverse misure al loro “gingillo” inserendole in un database anonimo (all’interno del quale bisognava solamente specificare la nazionalità di appartenenza). Vogliamo andare subito ai risultati? Allora: i francesi hanno dichiarato (ci dobbiamo credere???) di avere una media di 15,48 centimetri mentre i greci sarebbero indietro di circa 3 centimetri (poveri!). La ricerca, in realtà, era stata commissionata per educare i più giovani sull’importanza della contraccezione, e solo in un secondo tempo ha portato a questi risultati. Lo stesso istituto, per risolvere la situazione dei condom che non si adattano perfettamente alle misure di tutti i paesi europei, ha anche proposto un contraccettivo spray, che si spruzza proprio lì e permette di creare in pochi secondi un preservativo esattamente su misura. Potenza della scienza! E dei sondaggi.

LA POLIZIA DI UN’INTERA CITTADINA AMERICANA SI MOBILITA PER UNA RAPINA IN BANCA… AD OPERA DI UN CARTONATO
Immaginate Montgomery Township, una ridente cittadina americana nelle campagne del New Jersey. Immaginate la polizia di questa intera cittadina mobilitata (come solo gli americani sanno fare) per cercare di sventare una rapina ai danni di una banca. Una rapina che dopo diverse ore di assedio si è conclusa nel migliore dei modi: con la scoperta, da parte degli esperti antiterrorismo, che ad attentare al denaro della banca era… una cartonato. Sì, avete capito bene, cari lettori de lo Stivale Bucato: uno di quei cartonati a misura d’uomo che pubblicizzano proprio le offerte di mutui delle banche. A chiamare la polizia, e ad avvertirla che nella Pnc Bank era in corso una rapina, un’anziana signora (che tra l’altro – giuriamo che è vero – aveva problemi di vista). Per cercare di convincere il cartonato ad abbandonare il suo intento (ma nessuno si era accorto che si trattava di una persona completamente immobile?) l’area era stata completamente sgomberata e sono stati utilizzati megafoni e forti fari per cercare di entrare in contatto con il fantomatico ladro. Passate diverse ore, un team di esperti dello Swat ha deciso di fare irruzione… scoprendo l’amara verità. Il capo della polizia è stato, giustamente, allontanato dal servizio.

A NATALE SIAMO TUTTI PIU’ BUONI. E LUI UCCIDE IL PADRE CON L’ALBERO DI NATALE
Se è vero che Natale siamo tutti più buoni… allora che almeno gli omicidi si commettano come si deve. È quello che deve aver pensato un ragazzo di Parrish, in Florida, arrestato con l’accusa di aver assalito a morte il padre usando come arma un albero di Natale. Secondo quanto riportato dallo sceriffo della contea di Manatee, l’uomo, 37 anni, è stato arrestato la scorsa settimana dopo aver tirato un albero alto circa un metro al papà. La morte dell’anziano padre, hanno spiegato i soccorritori, non è stata però causata dall’albero, bensì dalla base di accaio – del peso di oltre dieci chili – che teneva fermo l’arbusto. L’uomo, ora in carcere, continua però a negare l’accaduto.

Spunta un figlio segreto per il Babbo Natale killer. Il mio servizio per Sky Tg24

 

In California il giallo del Babbo Natale killer che la notte tra il 24 e il 25 dicembre ha ucciso nove persone si arricchisce di un nuovo capitolo: spunta, infatti, un figlio segreto.

Un Natale bello, e particolare

 

Per la prima volta nella vita, quest’anno la notte di Natale non la passerò a casa, in famiglia, ma starò in redazione a lavorare. E devo solo ringraziare il Cielo se ho questo lavoro bello e importante, in tempi così difficili. L’augurio a tutti gli amici e a tutti i lettori – ma è un augurio sincero, non di quelli distratti che si fanno in questi giorni – è quello di poter vivere un periodo natalizio sereno, con le persone a cui vogliamo bene. La serenità, prima di tutto.

La letterina a Babbo Natale? È un brevetto registrato da Microsoft

→ D@di per Downloadblog.it

Le feste si sono appena concluse che arriva una notizia particolarmente strana e che potrebbe creare a tutti i genitori numerosi problemi già dal prossimo anno. Scrivere una letterina a Babbo Natale, infatti, potrebbe significare violare un brevetto Microsoft.

La società di Redmond, infatti, ha brevettato un sistema per la creazione di “whish-list”, liste dei desideri o dei regali, per lo shopping online. “Il sistema – si legge sul sito dell’ufficio brevetti – dà la possibilità all’utente di creare una lista di oggetti che l’utente desidera che altri comprino per lui”. La novità, si fa per dire, è che non si tratta (come ad esempio per le whish-list di Amazon) di liste fatte solo su un determinato sito, ma di liste che comprendono tutti i siti, tutte le marche e così via.

Non sappiamo ancora se Microsoft voglia buttarsi nel commercio elettronico o, ancora, se vuole creare un sito per aiutare le persone a fare liste personalizzate oppure, per esempio, se voglia inserire questa possibilità (ipotizziamo) nel portale Msn o in una prossima relase di Windows.

Quello che ci chiediamo – in ogni caso – è: serviva davvero depositare un brevetto apposito?

Venerdì sera a Roma 150 bambini e ragazzi in “Christmas is the time to Sing”

Venerdì 21 dicembre alle 20.30 a Roma, nella splendida cornice della basilica di San Crisogono in piazza Sonnino (viale Trastevere) avrà luogo un particolarissimo spettacolo di Natale, dal titolo “Christmas is the time to sing”, al quale parteciperanno oltre 150 ragazzi.

Il concerto, ad ingresso libero fino ad esaurimento posti, sarà tenuto da tutti i cori che costituiscono l’Associazione Musicanova:
– Il Coro Musicanova
– Il Coro femminile Eos
– Il Coro giovanile Iride
– I cori dei licei scientifici “Primo Levi” ed “Enriques”
– Il Coro di voci bianche Primavera
per un totale di oltre 150 coristi, da bambini di sei anni a ragazzi di 30, diretti dal maestro Fabrizio Barchi.

Lo spettacolo sarà presentato da Sergio Bassi e Miriam Castorina, e ai brani tipici della tradizione natalizia si alterneranno letture di testi sacri e giochi di voce, luce e fuoco per vivere ancora al meglio il periodo del Natale.

Per quanto riguarda la parte musicale, saranno eseguiti brani della tradizione natalizia, spiritual, gospel, arrangiamenti in stile jazz, brani della tradizione scandinava e anglosassone ma anche canti antichissimi e pezzi “classici” di Rachmaninov, Britten, Lauridsen e Giovanni Pierluigi da Palestrina. Si tratta, teniamo a precisarlo, di brani che in Italia vengono eseguiti molto raramente: per gli amanti della buona musica è un’occasione davvero imperdibile.

“Christmas is the time to Sing – spiega il maestro Fabrizio Barchi, direttore di tutti e sei i cori che si alterneranno sul palco – sarà una particolarissima commistione di musica, arte e spiritualità. Un’occasione da non perdere per vivere al meglio le feste di Natale”.

L’Associazione Musicanova, con sede in Roma, opera da diversi anni per diffondere il repertorio corale attraverso iniziative particolarmente destinate al mondo dei giovani e dei bambini, approfondendo lo studio della musica in ogni suo aspetto, collaborando con strutture, enti, istituti e scuole e valorizzando opere meno note del passato o opere prime di compositori contemporanei.

L’evento è realizzato in collaborazione con la Banca di Credito Cooperativo di Roma, agenzia di Acilia.

Per tutte le altre informazioni, www.coromusicanova.it.

È online lo speciale numero natalizio de lo Stivale Bucato

È finalmente online lo speciale numero natalizio de lo Stivale Bucato! La tua rivista satirica preferita non ti abbandona durante le feste ma, anzi, approfitta del clima magico del Natale per farti un vero regalo! Corri su www.stivalebucato.it, troverai l’esclusivo calendario 2008 dello Stivale! Ti promettiamo e ti giuriamo che, con il nostro calendario alla parete, il nuovo anno ti sorriderà…

Perché mai come a Natale… SMAIL IS… NAU! Potrai cantare la canzone Precar Bells (sulle note della mitica Jingle Bells) sotto l’albero e con tutta la tua famiglia, leggere lo strepitoso oroscopo del 2008 e divertirti a risolvere i nostri pazzi indovinelli!

Visita il numero 16 del quindicinale satirico online più divertente e innovativo che ci sia. Lo Stivale Bucato cerca di smascherare e di tappare, con la forza dell’ironia, i tanti buchi che logorano la nostra amata Italia.

I contenuti del numero 16:

– Il calendario 2008 de lo Stivale Bucato
Da Berlusconi a Woody Allen, da Veltroni a Paris Hilton. Dodici personaggi famosi. Dodici segni zodiacali differenti. Ogni mese un personaggio e un segno diversi. Scopri, mese per mese, le illustrazioni dei nostri vignettisti Alessia Scopece e Jeep, i consigli delle stelle e la sintesi degli episodi più strani del 2007 (Follini ma vero, un anno fa).

Il calendario, gratuito e completamente in italiano, è disponibile sia in formato grafico, per ammirarlo sul nostro sito, sia in versione Pdf ad alta qualità e dimensioni reali, da stampare e attaccare subito alla parete!

– Le fantaletterine di Natale
Berlusconi, Bush, Bin Laden e Bossi hanno scritto le loro letterine a Babbo Natale. E gli inviati speciali dello Stivale al Circolo Polare Artico le hanno intercettate.

Edizione straordinaria di Radio Stivale Bucato! I nostri inviati supersegretissimi Bruno Calabrone, Curzio Maltone, Cesara Cattivamicizie e Enrico Mentuccia sono riusciti, non senza problemi, ad intrufolarsi nel centro smistamento posta di Babbo Natale al Circolo Polare Artico.

– Lo zodiaco bucato
I 12 segni zodiacali attraverso l’oroscopo del famoso astrologo Branchio: una previsione in esclusiva per lo Stivale Bucato. Il 2008 ti sembrerà migliore se lo affronterai con lo Zodiaco Bucato!

– Caro bambin Gesù
A Natale siamo tutti più buoni, per questo lo Stivale Bucato ha deciso di pubblicare una preghierina a Gesù Bambino. Tante cose il Figlio di Dio deve sapere prima della sua nascita…

– Precar Bells
Guarda il video della nuova e dissacrante rivisitazione della più famosa canzone di Natale. La satira de lo Stivale Bucato non risparmia nessuno nemmeno durante le feste: ci aspetta un Natale Co. Co. Co

– Molestie e anziani troppo arzilli
Le storie di cronaca assolutamente vere e più Follini del mondo in una speciale edizione natalizia. Dove scopriamo, tra l’altro, come si svolgono in Thailandia le campagne elettorali

– Indovinelli bucati
Tombola? Mercante in Fiera? Sette e mezzo? Basta con i soliti e polverosi giochi natalizi! Basta con le feste in famiglia! Per questo Natale gioca (e vinci) con… lo Stivale Bucato!

– Ogni frizzola fria
Finalmente sono arrivate le meritate vacanze anche per una lavoratrice indefessa come la bionda e svampita segretaria Chiara Slavatina. Per lei tanti nuovi dubbi e screzi col burbero capo

– Farmacie a luci rosse
L’anello, insieme ai diamanti, è uno dei migliori amici delle donne perché: “Un anello è per sempre”. Da oggi nelle farmacie capitoline, grazie alla Durex, se l’anello vibra è anche meglio

– Italia: sempre più fortissimi
Girone d’inferno agli Europei di calcio del 2008 per l’Italia di Donadoni. Esclusiva intervista al comico di Zelig Checco Zalone che incita la nazionale tra le righe de lo Stivale Bucato

– Mobbing puzzone
Due incredibili casi di mobbing causato da cattivi odori. Entrambi provengono dal mondo anglosassone, sotto processo i maleodoranti effetti dell’alitosi e delle puzzette

– Reggiseno-genio, tette felici
Il reggiseno, si sa, è un compagno fedele della donna, ma è anche causa di numerosi fastidi. Stringe, schiaccia, gonfia, sposta, dà prurito e lascia segni. Ma dall’Australia arriva un rimedio

– Oceano Elkann
Oceano Elkann, figlio di John, è l’ultimo nato in casa Fiat. Per festeggiare la sua nascita il neo-zio Lapo Elkann è corso immediatamente a comprare un regalo adeguato per il piccolo Oceano

– Il semaforo di Prodi
Romano Prodi lo ha ammesso: si sente come un semaforo. Il Premier, ricordando l’imitazione fattagli da Corrado Guzzanti, ha così dichiarato di sentirsi tranquillo alla guida del Governo

– Un regalo per Prodi
Nuovi grattacapi per Romano Prodi. Il comandante della Guardia di Finanza Roberto Speciale ha rassegnato le sue dimissioni perché non vuole più lavorare per questo Governo

LO STIVALE BUCATO, SOLO SUI MIGLIORI PC (MA ANCHE MAC),
AUGURA BUONE FESTE A TUTTI I LETTORI!

YouTube e i video-auguri di Natale

Un post in tema natalizio visto che da oggi si entra ufficialmente nel periodo di Natale. A proposito, auguri a tutti i lettori per questa giornata dell’Immacolata.

D@di per Downloadblog.it

I negozi e le strade sono già tutti addobbati per le feste, ma secondo la tradizione è da domani, 8 dicembre, che si entra nel vero e proprio periodo natalizio.

Per festeggiare a dovere, YouTube ha lanciato un servizio molto simpatico, che si chiama Video Holiday Card. Per accedervi è stato creato un apposito banner (che compare alla destra della pagina) dal titolo “Send this as a Video Holiday Card”.

Come è facile intuire, il servizio prende il video che stiamo guardando e dà all’utente possiblità di confezionarlo all’interno di una pagina Web personalizzata (è possibile scegliere tra numerosi layout natalizi) in cui possiamo anche scrivere un messaggio al nostro destinatario.

Il destinatario riceverà tramite e-mail il link alla pagina (qui potete vedere un esempio), e potrà così guardare il nostro messaggio di auguri.

Un servizio molto utile (e, a mio parere, originale) se, ad esempio, vogliamo mettere online un nostro video di auguri e mandarlo a tutti i nostri amici, oppure se troviamo un video di Natale carino su YouTube e vogliamo condividerlo in un biglietto online molto particolare.