EasyBaby: la Web-tv “per mamme attive”

→ D@di per Downloadblog.it

Ultimamente stanno nascendo, nel nostro Paese, diverse Web-tv e diversi progetti interessanti che coinvolgono la rete. Questa volta vogliamo parlare di un progetto chiamato “Easybaby“: la “prima Web-tv e il primo social network per mamme e papà”.

Si tratta di un sito e di una Tv on demand nati per venire incontro alle difficoltà dei genitori “in un Paese – spiegano gli organizzatori – in cui la donna non è facilitata professionalmente, soprattutto se mamma, e in cui abbondano le polemiche sulla mancanza di strutture per l’infanzia e sull’impossibilità di rientrare nel mondo lavorativo”.

L’iniziativa, tutta italiana, è stata ideata da Lorenza Minola, ex-consulente della McKinsey e imprenditore di successo anche nel mondo dell’infanzia; partner tecnologico è Digital Magics, una digital media company.

Sul sito e sulla Web-tv avranno spazio diversi format, dal programma scientifico “Buongiorno dottore” al magazine “Genitori si diventa” al docu-reality “Mamma che giornata”.

Tra le tematiche in palinsesto, l’alimentazione, prevenzione e salute, scuola, giochi e passatempi, vacanze, educazione, psicologia, coppia e famiglia, corsi e attività. Tra l’altro si tratta di brevi video, quindi facilmente fruibili anche via internet, che daranno ai genitori consigli e informazioni pratiche sulla vita di tutti i giorni.

Ahmadinejad scrive a Benedetto XVI

Il presidente iraniano scriverà a personalità e capi di stato
Nei giorni scorsi aveva inviato una missiva a George Bush

Ahmadinejad prepara lettera al Papa
verrà inviata nei prossimi giorni

di DANIELE SEMERARO

TEHERAN – Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad sta preparando una lettera per Papa Benedetto XVI, dopo quella inviata nei giorni scorsi al presidente statunitense, George W. Bush. La notizia è stata data oggi dal giornale iraniano conservatore, Jomhuri-ye Eslami, molto vicino all’ayatollah Ali Khamenei, suprema guida spirituale dell’Iran. La lettera verrà inviata nei prossimi giorni.

Pochi giorni fa il presidente iraniano aveva inviato al collega americano George Bush la prima comunicazione diretta da vent’anni a questa parte. In essa, Ahmadinejad criticava la politica estera americana. Secondo alcuni analisti, dietro il messaggio vi era la volontà di Teheran di aprire un dialogo con Washington sulla questione nucleare. Ahmadinejad aveva anche annunciato che avrebbe scritto ad altre personalità mondiali e capi di stato.

Questa mattina l’agenzia Isna aveva riportato un discorso del presidente iraniano, secondo cui i paesi che si oppongono al progresso dell’Iran in campo nucleare soffrono di “malattia mentale e si devono fare curare”. Noi – ha detto il presidente – dichiariamo chiaramente che non siamo in conflitto con alcuno ma che lottiamo per ottenere il nostro diritto e non vi rinunceremo”.

Ieri Ahmadinejad aveva detto no alle proposte messe a punto dalla Ue per cercare di convincerlo a sospendere l’arricchimento dell’uranio: “Non accetteremo – ha detto – alcuna sospensione né fermata del nostro programma: pensate di parlare a un bambino di quattro anni, al quale offrire un po’ di cioccolata per avere in cambio oro?”.

(18 maggio 2006)

(Nella foto: Il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad)

Ottimismo al “Gemelli” per la salute di Giovanni Paolo II

Centinaia di pellegrini, nonostante il freddo, si radunano sotto alla finestra del Papa, al Policlinico “Gemelli”. Navarro Valls e il medico del Papa s’intrattengono con i sanitari.

Gemelli, Giovanni Paolo II malato tra i malati

Commozione, speranza e tristezza tra i fedeli di tutto il mondo per il ricovero del Papa al “Gemelli”, malato tra i malati. Come ha spiegato il cappellano Don Decio Cipolloni, il Papa è diventato il simbolo della sofferenza umana.

Navarro Valls: il Papa potrebbe essere dimesso prima della Settimana Santa

Grande attesa nel quindicesimo giorno di degenza di Giovanni Paolo II al Policlinico “Gemelli”. Per il portavoce Navarro Valls il Santo Padre potrebbe essere dimesso presto.

Il presidente Ciampi: aspetto il Papa al Quirinale

Il Papa respira da solo e non ha la febbre. Al terzo piano del Policlinico decine di fedeli e pazienti accorrono ora dopo ora per chiedere informazioni sulla salute di Giovanni Paolo II. Oltre trenta camion di televisioni di tutto il mondo sono arrivati a Roma.

Il primo bollettino medico sul ricovero di Giovanni Paolo II: situazione di tranquillo riposo

Diffuso il bollettino medico ufficiale sulla salute del Papa. Una situazione di tranquillo riposo, secondo la Sala Stampa Vaticana. Il Papa ha fatto colazione con caffellatte e biscotti. Il Policlinico è gremito di giornalisti da tutto il mondo.

Giovanni Paolo II respira autonomamente dopo la tracheotomia

Il portavoce vaticano Navarro Valls parla con i medici all’indomani dell’intervento di tracheotomia. Allestita una sala stampa all’interno del Policlinico “Gemelli”

Grande apprensione nel mondo per la salute di Giovanni Paolo II

Navarro Valls torna in Vaticano dopo aver fatto visita al Papa. Giovanni Paolo II è ricoverato da 24 ore, e si attende il bollettino medico ufficiale. Al “Gemelli” i fedeli attendono notizie.

Dopo la tracheotomia al Papa, avvistato al Gemelli Navarro Valls

Il Papa ha dato il proprio consenso alla tracheotomia, per superare la crisi respiratoria. I sanitari si dicono sereni; il Papa sarebbe collegato a un macchinario che gli permette di respirare meglio.

Giovanni Paolo II sottoposto a tracheotomia

La prima notte del Papa al Policlinico “Gemelli” è trascorsa tranquilla. Il decorso post-operatorio, dopo la tracheotomia, è regolare. Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Gianni Letta: Papa sereno e scherzoso. Oggi in tarda mattinata il bollettino medico.

Apprensione in tutto il mondo per il nuovo ricovero del Papa

Il Papa ricoverato di nuovo per una ricaduta dell’influenza con crisi respiratoria. Secondo voci non confermate il Papa avrebbe avuto una crisi respiratoria. Il primo bollettino medico ufficiale domani in tarda mattinata. Primi capannelli di fedeli in piazza San Pietro

Giovanni Paolo II, condizioni incerte ma non è in rianimazione

Il Papa è stato sottoposto ad analisi del sangue e strumentali. Il cardinale vicario di Roma Camillo Ruini ha chiesto a tutti i fedeli di pregare per il Santo Padre, ricoverato al Policlinico “Gemelli”