Premiati i migliori siti cattolici tra i 12mila italiani

SARÀ UN CASO CHE L’ARTICOLO, PUBBLICATO SU DOWNLOADBLOG, HA OTTENUTO AUTOMATICAMENTE IL NUMERO DI SERIE 6666??

www.downloadblog.it/post/6666/premiati-i-migliori...

→ D@di per Downloadblog.it

In Italia – lo sapevate? – ci sono 12mila siti d’ispirazione cattolica ed esiste anche un’Associazione di categoria che ha istituito un riconoscimento per premiare i migliori siti Web del mondo cattolico.

A vincere la categoria “diocesi” il sito Vigiova.it, il servizio diocesano per la Pastorale giovanile della Diocesi di Vicenza, “per la naturale freschezza, la navigabilità, la capacità empatica di compenetrare ruoli altamente significativi (animatori giovanili, operatori pastorali, semplici navigatori) nella formazione cristiana dei giovani con percorsi specifici e aree interattive dedicate agli utenti”. Menzione speciale anche ai siti dell’Arcidiocesi di Milano e a quello della Diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli-Pergola.

Per la categoria “enti, associazioni, aggregazioni” ha vinto il sito dell’associazione Qumran, online dal 1998 “con uno stile – leggiamo nel comunicato – collaborativo basato sulla condivisione”. Tra gli altri siti premiati, il blog di Luca Paolini, insegnante di religione di Livorno “che crede nella possibilità di far interagire le nuove tecnologie con la didattica della religione”. Per quanto riguarda, infine, la categoria “parrocchie” il primo premio è andato al sito del santuario della Madonna del Divino Amore di Roma “per la ricchezza dei contenuti, l’aggiornamento di appuntamenti e news e la presenza di informazioni storiche e artistiche”.

“I siti web non sono strade solitarie – ha spiegato, premiando i siti vincitori, mons. Franco Mazza, presidente del Pontificio Consiglio per le Comunicazioni Sociali – ma rappresentano concrete testimonianze di fede. I siti premiati testimoniamo come il Web sia maturo ad affrontare le nuove sfide della Chiesa”.

Chi l’ha detto che i blogger non possono essere anche bravi giornalisti? L’esperienza di Joani Sanchez

→ D@di per Geekissimo.com

Il piccolo antagonismo tra blogger e giornalisti ogni tanto ritorna in primo piano, con i primi che spesso non vogliono essere equiparati ai secondi, e i secondi che non danno autorevolezza ai primi. Una disputa che non stiamo qui a discutere oggi, ma che ci dà l’occasione per parlare di una bella storia che riguarda la blogger cubana Yoani Sanchez, scrittrice di “Generacion Y”.

Autrice di una cronaca pungente sulle difficoltà della vita quotidiana sotto il regime castrista, ha ricevuto sabato uno dei più prestigiosi riconoscimenti giornalistici spagnoli, il premio Ortega et Gasset per il giornalismo digitale assegnato dal quotidiano El Pais. I giurati hanno voluto premiare la sua “ingegnosità nel superare le limitazioni alla libertà di espressione che regnano nell’isola caraibica, il suo stile vivace e la sua volontà di far parte dello spazio mondiale del giornalismo civico”.

“Generacion Y”, blog ospitato su un server tedesco, è talmente popolare che nel solo mese di febbraio ha registrato un milione e duecentomila visitatori. “È un grande incoraggiamento per i blogger cubani, che sono ancora a uno stadio embrionale”, ha commentato a caldo la Sanchez, che ha poi spiegato: “Ciò indica che i blog cubani possono rappresentare una fonte parallela di informazione, di riflessioni e di opinioni indipendenti dai media ufficiali di Cuba”.

All’interno del blog Sanchez, 32 anni, parla della sua vita quotidiana, descrivendo le difficoltà economiche e le limitazioni politiche. Dopo i blog scritti da cinesi, iracheni, afgani e da tante altre persone che vivono in posti dove la libertà di stampa e di opinione non è rispettata, ecco dunque un’altra bella testimonianza di come la Rete possa rivestire un importante ruolo sociale e possa fare del bene mettendo in comunicazione le persone e creando un’opinione libera e diversa da quella dei regimi.

Repubblica.it vince il premio WWW del Sole 24 Ore

Assegnati a Milano i prestigiosi riconoscimenti de “Il Sole 24 Ore”
Il giornale online vince tra i “Siti e portali d’informazione”

Repubblica.it e Radio Deejay.it
Due premi “WWW” per i siti Gruppo Espresso

Il sito della radio ottiene il riconoscimento per radio, tv, cinema e film
Google.it giudicato il miglior nella categoria generale

MILANO – Doppio riconoscimento per i siti internet del Gruppo Espresso nel prestigioso Premio WWW assegnato oggi a Milano in base alle classifiche de “Il Sole 24 Ore” stilate con i 184 mila voti di oltre 78 mila navigatori registrati. Repubblica.it ha vinto nella categoria “Siti e portali d’informazione e Community”, Radio Deejay.it è stato giudicato il miglior sito nella categoria speciale radio, tv, cinema e film.

Per Repubblica.it, che a novembre ha raggiunto il record di 7,2 milioni di utenti unici con oltre 34 milioni di sessioni e 300 milioni di pagine scaricate (3 miliardi e mezzo di pagine è la previsione finale per il 2006), è la seconda volta dopo il premio ottenuto nel 2002.

Nella motivazione si sottolinea il valore dei contenuti multimediali insieme alla completezza e la velocità dell’informazione: “Il sito si distingue per la vasta e puntuale informazione ampiamente integrata da una sezione multimediale che offre numerosi contributi video di attualità, sport spettacoli e tecnologia”. Fondamentale “la capacità di cogliere per primi l’importanza dell’approccio televisivo anche su internet unita alla ricchezza e alla qualità dei contenuti multimediali”.

Per Radio Deejay, un prestigioso “esordio” nel premio. Il sito, rinnovato nella grafica e nei contenuti ha totalizzato nel mese di novembre 803 mila visitatori unici (+25,3%). Dal 15 novembre ha inaugurato il negozio virtuale on line Deejay Store per scaricare musica in formato digitale. Sul sito gli utenti possono riascoltare in streaming e scaricare in podcast sul proprio mp3 il meglio dei pogrammi andati in onda.

Ed ecco la motivazione: “Il sito si caratterizza per una grafica giovane e frizzante, per una grande varietà di contenuti e per una forte multimedialità. Le chat, i blog e i forum permettono agli utenti di sentirsi veramente parte del mondo della radio, facendo dell’interattività con gli utenti la carta vincente del sito”.

Il premio WWW è arrivato alla nona edizione. La giuria di esperti, presieduta da Mattia Losi (Chief Contents Officer del Sole 24Ore.com) e composta da Luca De Biase, Enrico Pagliarini, Layla Pavone, Ezio Viola, Michele Ficarra Manganelli ha scelto a partire dalle classifiche dei 14 settori definite dal voto “popolare”.

Nella categoria generale, il sito più votato è risultato Google.it. Tra le categorie di nuova istituzione vi è quella dei “Blog”, che ha visto primeggiare il sito del giornalista Claudio Sabelli Fioretti che ha battuto quello di Beppe Grillo.

Notevole il successo dei siti legati alla grande editoria nazionale. Oltre a Repubblica.it, hanno vinto, nelle rispettive categoria, anche “Quattroruote.it” (nella categoria “Auto&Motori”) e “Glamouronline.it” (nella categoria “Home, Fashion & Lifestyle”).

Tra gli altri vincitori figurano eBay.it, miglior sito di “Commercio elettronico”, e Emergency.it che vince nella categoria “Istituzioni, P.A. & Non Profit”, Yahoo.it nei “Motori di ricerca”, Enel.it per le “Imprese”, Fineco.it per “Finanza, banche e assicurazioni”, Expredia.it nei “Viaggi e tempo libero”.

(5 dicembre 2006)