Viaggio dalla morte all’Italia. Un bellissimo articolo di Ezio Mauro

Su Repubblica di oggi il direttore Ezio Mauro ha pubblicato un reportage molto toccante sulla storia dei 78 immigrati partiti dalla Libia e morti, quasi tutti, durante la traversata in mare. Un reportage che fa riflettere su quanto queste tragedie siano vicine a noi, all’Italia dei lustrini, del Grande Fratello e delle love-story di chi[…]

Un reportage invenduto, un Paese di merda

I lettori più attenti e gli amici più fidati ricorderanno sicuramente del mio viaggio in Ucraina nel febbraio scorso. Un viaggio molto bello, di cui ho anche tenuto un diario proprio su questo sito, fatto insieme al collega fotografo Jan Zappner e finanziato in parte dell’Unione Europea per un progetto di giornalismo internazionale di Cafe[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 6

Giovedì 7 febbraio 2008 (Io e il traduttore-accompagnatore Oleksiy su un lago ghiacciato) Siamo arrivati ahimé all’ultimo giorno. Dico ahimé perché questi giorni mi sono divertito un mondo, mi sono rilassato (anche se ho lavorato tantissimo, in continuazione direi) e ho staccato dalla vita romana e dalla routine. Ma lo sapete che il municipio di[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 5

Mercoledì 6 febbraio 2008 (Tre milionari – di dollari – appartenenti all’Embassy of God) A volte i milionari sono proprio strani. Non lo dico per invidia, ma proprio perché ho passato tre ore con quattro milionari (di dollari – hanno tenuto a precisare – non di Grivna – Grivna è la moneta locale), ed è[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 4

Martedì 5 febbraio 2008 (L’archimandrita Yevstraty Zorya, portavoce della Chiesa ortodossa – patriarcato di Kiev) Probabilmente inizi a capire l’importanza del tuo lavoro e la vastità del reportage che stai svolgendo solamente quando ti accorgi di avere ore e ore di interviste da sbobinare. È successo oggi, giornata a dire la verità un po’ fiacca[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 3

Lunedì 4 febbraio 2008 (La squadra di Babel Reporter: da sinistra, il mio fotografo Jan, me stesso, la traduttrice del gruppo francese Natalia, la giornalista francese Prune e il fotografo francese Cyril) È davvero impressionante vedere una città relativamente povera e con tanti problemi avere un sistema di metropolitane così avanzato. Le gallerie sono costruite[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 2

Domenica 3 febbraio 2008 (La benedizione del pastore Sunday Adelaya) “Unite le mani, alzatele in cielo e urlate una preghiera al Nostro Signore!”. La giornata si può riassumere più o meno così. Otto ore, forse di più, all’interno di un enorme centro sportivo per assistere alla cerimonia del Pastore Sunday e della sua “Embassy Of[…]

Una settimana in Ucraina

Il grande giorno è arrivato. Da domani, 2 febbraio, e fino a sabato 9 sarò in Ucraina per un reportage. Parto grazie a un’iniziativa chiamata Babel Reporter promossa dal giornale francese Cafebabel per “incentivare la conoscenza” di giovani giornalisti e fotografi di diversi Paesi europei che vogliano effettuare reportage nelle aree che si affacciano all’Europa.[…]