Un cuore che gronda sangue

Si salvi chi può. In 17 anni di governo Silvio Berlusconi ha annunciato più volte il taglio delle tasse. Ma adesso, dopo anni di spese e immobilismo e dopo aver giurato che la crisi non avrebbe toccato il Belpaese, il Governo è stato costretto a un’ennesima manovra anti-crisi “lacrime&sangue” di ben 45,5 miliardi di euro.[…]

Più tasse per tutti

Un esempio su tutti che denota l’enorme pantano e l’enorme difficoltà (soprattutto comunicativa) in cui si trova la Sinistra oggi? Il fatto di non essere mai riuscita a sfatare il mito che la destra abbassa le tasse mentre i democratici le alzano. In realtà, complice anche la ridicola lotta all’evasione, negli ultimi anni le tasse[…]

No, non si parla di lui

Consiglio di leggere tutto d’un fiato, fino in fondo. Perché non è come sembra (è peggio). “Il capo del Governo si macchiò ripetutamente durante la sua carriera di delitti che, al cospetto di un popolo onesto, gli avrebbero meritato la condanna, la vergogna e la privazione di ogni autorità di governo. Perché il popolo tollerò[…]

Perché oggi scenderò in piazza al “No Berlusconi Day”

Vi siete mai chiesti da dove provenga, in italiano, la parola “candidato”? Viene dal latino candidatus, che per gli antichi romani era colui che aspirava a una carica dello stato, e compariva vestito in pubblico con una toga candida, appunto, a simboleggiare onestà e purezza d’animo. Sono passati duemila anni e i tempi sono cambiati.[…]

Che ce ne facciamo di film come questi…

  ..se poi in Italia continua a non cambiare niente, da tanti anni a questa parte?   Ci sono voluti trentanni di fanciulle scosciate e giovanotti palestrati, di casalinghe disperate e quiz milionari, di reality irreali, di gossip e volgarità eretti a sistema. Un lavoro lungo e paziente, che alla fine però ha fatto centro:[…]

Quello che l’Italia non vuole vedere

L’articolo pubblicato oggi da “Repubblica” e firmato da Alexander Stille (giornalista e scrittore statunitense, editorialista del New Yorker e del New York Times) spiega molto bene cosa sta succedendo in Italia alla società, alla classe politica e soprattutto al giornalismo. Un giornalismo ormai piegato e servo del potere, che tende a non raccontare qual è[…]

Clima, scontro Italia-Unione Europea. Ma in cosa consiste il pacchetto? Il mio servizio per Sky Tg24

In corso a Bruxelles il vertice dei ministri dell’Ambiente Ue per discutere dei costi del pacchetto “20-20-20”. Ma in cosa consiste il pacchetto del “20-20-20”? Questa notte ho preparato una scheda che sta andando in onda oggi su Sky Tg24. La trovate dopo un minuto rispetto all’inizio di questo video.

Con “Il cancro e il premier” è online il nuovo numero dello Stivale Bucato!

Come di consueto segnalo l’uscita del nuovo numero dello Stivale Bucato, il primo quindicinale satirico gratuito del Web italiano. Il numero di questa settimana è particolarmente significativo, perché apre con una forte provocazione, dettata ovviamente da quello che sta succedendo negli ultimi giorni nella politica italiana. Che tu sia di destra, di sinistra o di[…]

L’Italia si è rialzata (?)

Oggi sta spopolando su OkNotizie, il principale aggregatore di notizie della blogosfera italiana, la vignetta del nostro disegnatore Jeep che fa da apertura all’ultimo numero dello Stivale Bucato. Tra l’altro stiamo facendo il record assoluto di visitatori. Grazie a tutti!

Il film della campagna elettorale 2008

(Servizio di Daniele Semeraro) È il 16 gennaio 2008 (con grafica). Clemente Mastella si dimette da ministro dopo gli arresti domiciliari della moglie Sandra Lo nardo, coinvolta in un’inchiesta su un giro d’affari e favori, che vedeva indagato anche lo stesso Guardasigilli. Il 22 gennaio il presidente del Consiglio Romano Prodi decide di parlamentarizzare la[…]

Mastella: “Con Berlusconi c’era un accordo scritto”

È passata quasi in sordina l’intervista rilasciata da Clemente Mastella, leader dell’Udeur, al free-press City? In pratica Mastella spiega che il passaggio al Pdl era immediato. E invece poi evidentemente qualcosa è andato storto. “L’accordo con Berlusconi c’era ed era pure su carta. Per correttezza non ho detto niente, ma confermo che l’accordo scritto c’era.[…]

Diario di viaggio in Ucraina: giorno 3

Lunedì 4 febbraio 2008 (La squadra di Babel Reporter: da sinistra, il mio fotografo Jan, me stesso, la traduttrice del gruppo francese Natalia, la giornalista francese Prune e il fotografo francese Cyril) È davvero impressionante vedere una città relativamente povera e con tanti problemi avere un sistema di metropolitane così avanzato. Le gallerie sono costruite[…]