Bellissimo articolo di Antonio Dipollina su Tetris oggi su Repubblica

Scrive oggi su Repubblica Antonio Dipollina a proposito di Tetris:

SE IL RETROSCENA POLITICO FINISCE IN TELEVISIONE

Ci sono Vespa e altri convinti di offrire in Tv un baluardo all’antipolitica – spesso ottenendo il risultato opposto. Il posto Tv dove la politica è invece più al sicuro si chiama Tetris, su La7 il venerdì a mezzanotte e in replica il sabato alle 13. È la seconda stagione, Luca Telese e una vispa banda di autori si divertono assai a giocare con gli stimoli (eppur ci sono) di questa politica: si inventano di tutto, piazzano confronti altrimenti impossibili altrove come la strana coppia Cicchitto&Latorre contro Marco Travaglio. Oppure inscenano la gag del finto diessino travisato che parla con la voce dei serial killer in Tv e spiega le vere strategie di Veltroni: altro non è che la trasposizione televisiva degli articoli scritti dai “retroscenisti” più arditi della carta stampata. Essendo l’archivio delle pochezze della politica pressoché sterminato, Telese e gli altri hanno buon gioco. Qua e là affiora, ogni tanto, un minimo di indignazione di fronte a certe mediocrità: ma il senso è che l’attuale panorama politico è migliorabile, giocabile, nonché gestibile come l’area ideale per produrre programmi Tv siffatti. Siamo ad anni luce da certi richiami – molto veltroniani, anzi giunti da Veltroni medesimo – del tipo “come erano belle le conferenze stampa di Berlinguer e Zaccagnini”.
Siamo nel luogo opposto rispetto ai consigli ai politici di andare di meno in Tv, a non consumarsi solo nella propria rappresentazione: quelli di Tetris si divertono proprio e anzi ordinano ai politici che, visti i risultati della loro opera, almeno si diano da fare per lo show.

Accordo Fox-Apple per la distribuzione di video su iTunes

Durante questi ultimi giorni vi abbiamo riferito di numerosi accordi tra case produttrici di film/serie tv e società che ridistribuiscono questi contenuti sul Web. Oggi vi diamo conto di un’altra partnership: la Fox Broadcasting ha stretto un accordo con Apple per distribuire alcune serie in prima visione su iTunes. Gratuitamente

Si tratta di alcuni telefilm come “Prison Break”, “Bones” e “K-Ville”. Ogni puntata sarà disponibile per il download per un’intera settimana, dopodiché sarà eliminata. Probabilmente a questo seguiranno altri accordi per altre serie (speriamo più famose).

Mtv si prepara al lancio di venti siti web

Stando ad alcune indiscrezioni pubblicate da Reuters sembra che Mtv Networks si prepari a lanciare una ventina di nuovi siti web basati sui propri programmi. I nuovi siti, che debutteranno entro Natale, “fanno parte – scrive l’agenzia di stampa – di una strategia di espansione del settore dei media digitali di Mtv Networks”. Un settore, questo, da cui la società si aspetta ricavi per oltre 500 milioni di dollari.

Alla fine dell’anno, così, i siti appartenenti ad Mtv Networks potrebbero arrivare a oltre trecento, stabilendo un vero e proprio record.

Warner Bros, ora anche su Joost

In giro c’è sempre più interesse per Joost, uno dei servizi di web-tv che promette meglio su cui stanno puntando in molti. Dopo partner di eccezione come Mtv e National Geographic, solo per citarne alcuni, ora anche la Warner Bros (dopo aver aperto il canale Warner Bros. Records, disponibile solo negli Usa), ha deciso di condividere altri suoi contenuti, gratuitamente, con gli utenti Joost.

In particolare verranno aperti due nuovi canali. Il primo, “SCI-FI FIX”, trasmetterà numerose serie come Adventures of Briscoe County, Aquaman, Babylon 5, Crusade, Human Target, Invasion, Max Headroom, My Favorite Martian, Prey, Time Trax and V. L’altro canale, chiamato “Before They Were Mega Stars”, trasmetterà invece programmi del passato con presentatori e attori che ora sono famosissimi ma che allora erano alle prime armi.

Joost, per adesso in beta, a mio parere è un progetto che farà molta strada. Peccato che non ci siano, per il momento, contenuti in italiano. Siete d’accordo?

Rilasciato Joost 0.9

Leggo su Downloadsquad che è stata da poco rilasciata la versione 0.9 di Joost, l’innovativo sistema di tv broadcast sul web. La novità sicuramente più significativa della nuova versione è l’aggiunta di numerosi nuovi canali con una reale programmazione. Tra questi figurano colossi come Comedy Central e Mtv (quest’ultima con una programmazione che prevede anche la messa in onda di programmi autoprodotti tra cui “Laguna Beach” e “Dog Bites Man”). Tra i canali disponibili segnaliamo anche National Geographic Tv, Guinness World Records Tv e Warner Bros. Records.

Ricordiamo che Joost attualmente è ancora in una fase di beta riservata a coloro che hanno ricevuto un invito.

Grande fratello, i provini on the road

da REPUBBLICA BARI – pag. IX

di DANIELE SEMERARO

Gli aspiranti “Taricone” e “Mascia” pugliesi che sognano di partecipare alla settima edizione del Grande Fratello, in onda su Canale 5 dall´inizio del 2007, oggi hanno una possibilità, affidata al caso. Passeggiando per le strade del centro di Bari, potrebbero incontrare infatti Filippo Bisciglia, uno dei protagonisti della scorsa edizione del reality show. Filippo da alcuni giorni ha iniziato, insieme a una troupe televisiva, a girare l´Italia in camper per cercare ragazzi che vogliano intraprendere una nuova avventura.

E così, di fronte a una telecamera, gli aspiranti inquilini della casa più famosa d´Italia potranno mettere in mostra le proprie doti (fisiche, canore, comiche, intellettive) per cercare di essere selezionati dagli spietati autori del programma. Il tutto, ovviamente, per strada. E con i tanti ragazzi che affollano le vie di Bari in questi giorni, tra compere e trafile burocratiche per l´iscrizione all´università, si prevede che la troupe verrà letteralmente accerchiata.
I provini verranno messi in onda, a partire da lunedì, sul digitale terrestre di Mediaset, all´interno di un programma chiamato Stai all´okkio.

Una volta selezionati i primi finalisti, poi, dal 6 novembre si entrerà nel vivo della competizione: il conduttore Marco Liorni presenterà un nuovo show in dieci puntate settimanali, Il candidato, la cui visione costerà, complessivamente, sei euro. Pagando questa cifra, attraverso il telecomando interattivo i telespettatori potranno votare i personaggi da inserire nella prossima edizione del reality. Ogni anno sono migliaia le persone, in tutta Italia, che tentano la fortuna (perché anche di questo si tratta, considerati gli ingaggi miliardari) partecipando alle selezioni del Grande Fratello.

Staffelli ferito in un incidente d'auto sull'A1


L’inviato di “Striscia la notizia” stava viaggiando con tre colleghi
La sua auto si è scontrata con un camioncino a Fiorenzuola d’Arda

Staffelli ferito in un incidente
prognosi di 15 giorni

di DANIELE SEMERARO

PIACENZA – Brutto incidente stradale per Vittorio Staffelli. L’inviato di “Striscia la notizia” è rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto intorno a mezzogiorno sull’A1, al casello di Fiorenzuola d’Arda, nel piacentino.

Staffelli era alla guida di una Carnival e trasportava altre due persone della troupe di “Striscia”. L’auto era uscita dal casello per far scendere una terza persona della troupe e stava rientrando. Mentre affrontava la rampa d’immissione sull’Autostrada del Sole, però, si è scontrata frontalmente con un camioncino che ha invaso la corsia opposta. Subito dopo l’incidente, lo stesso Staffelli ha chiamato telefonicamente l’operatore della troupe che era sceso a Fiorenzuola: è stato infatti quest’ulitmo a tornare a riprendere lui e i suoi collaboratori e a trasportarli all’ospedale di Fiorenzuola.

Staffelli, che era alla guida, ha riportato un colpo di frusta ed è stato giudicato guaribile in quindici giorni. Dovrà portare il collare per venti giorni.

(17 marzo 2006)

(Nella foto: Valerio Staffelli)

Prodi dice no al confronto tv. "Berlusconi è avvantaggiato"

Il portavoce del Professore scrive al presidente della Rai Petruccioli
“Permangono le condizioni che più volte sono state da noi respinte”

Confronto tv, Prodi dice no
“Mancano le garanzie”

Bonaiuti, portavoce del presidente del Consiglio, furibondo
“Lunedì il presidente del Consiglio si presenterà in Rai”

di DANIELE SEMERARO

ROMA – “Non ci sono le garanzie per un corretto svolgimento dei confronti tv tra il leader dell’Unione, Romano Prodi e il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi”. Così il portavoce dello stesso Prodi, Silvio Sircana, si rivolge con una lettera al presidente della Rai, Claudio Petruccioli.

“Gentile presidente – si legge – rispondo alla sua cortese lettera con la quale comunica al presidente, Romano Prodi, il calendario dei confronti televisivi e delle conferenze stampa fissato dalla Rai in ottemperanza al regolamento disposto dalla Commissione di Vigilanza in vista delle prossime elezioni politiche. Con rammarico – continua – devo constatare che, nonostante i reiterati tentativi di convincere la nostra controparte politica, permangono le condizioni che più volte sono state da noi respinte. Mi riferisco in particolare alla conferenza stampa di chiusura del leader della coalizione di destra nella veste di presidente del Consiglio: conferenza che, da parte nostra, è stata reiteramente definita inaccettabile in quanto consentirebbe ad una delle due coalizioni di maturare un indebito vantaggio competitivo”.

“In secondo luogo – continua la lettera – non trovo menzione delle garanzie da noi più volte richieste per lo svolgimento dei confronti. Parlo di posizionamento dei candidati nello studio, di posizionamento delle telecamere, di regole di regia (come, ad esempio, il divieto di inquadrare durante l’intervento del candidato ‘A’, il candidato ‘B’ ad evitare commenti di quest’ultimo utilizzando la mimica facciale e il body language), di tempi regolamentati per le domande e per le risposte, la presenza o meno del pubblico oltre, ovviamente, alla scelta del conduttore”.

Nel clima pre-elettorale torna dunque in primo piano la polemica sul confronto tv fra il presidente del Consiglio e il leader dell’Unione. “Uno dei due leader, il presidente Berlusconi, ha già dato il suo sì al confronto televisivo con Prodi” aveva detto il sottosegretario Paolo Bonaiuti, portavoce di Silvio Berlusconi, rispondendo a un cronista che gli aveva chiesto quale risposta darà il premier alla Rai per il duello tv con Romano Prodi. Poi Bonaiuti aveva avvertito il direttore generale della Rai Meocci: in ogni caso, lunedì Berlusconi si presenterà alla sede Rai per quel confronto deciso dalla commissione parlamentare di Vigilanza.

“Dovrebbe saperlo bene il direttore generale Meocci – quasi urla Bonaiuti – al quale ho dato un assenso telefonico sia giovedì sia venerdì scorsi. Il nostro sì è stato dato da me anche al presidente Petruccioli in due distinte telefonate, sabato e domenica sera. Se proprio occorrono due righe al direttore generale della Rai, per ribadire quello che è già stato detto mille volte anche formalmente, manderemo subito un messo al dottor Meocci con missiva scritta. Se invece si cerca di intorbidire le acque, a questo gioco non ci stiamo”.

“Qualcuno dice addirittura – aggiunge Bonaiuti – che nei programmi Rai per lunedì è stata prevista una fiction al posto del confronto Berlusconi-Prodi. Non sappiamo se è vero, ma è certo invece che il presidente del Consiglio si presenterà lunedì sera alla sede della Rai per quel confronto che è stato stabilito dalla commissione di vigilanza, ovvero dal Parlamento sovrano”. “Abbia pazienza – conclude il portavoce di Berlusconi – il direttore generale, perché tra qualche minuto arriveranno le due righe scritte”.

In precedenza Meocci aveva confermato che “la Rai mette a disposizione gli spazi, poi i leader decideranno cosa fare”. “L’ultima lettera in merito – precisa Meocci a margine di una conferenza stampa sulla Giornata della pace – è quella che abbiamo mandato noi. Sono loro che devono dare una risposta, non è tanto un problema di tempi tecnici ma di volontà”.

L’ipotesi avanzata dalla Rai nei giorni scorsi per il primo faccia a faccia tra Prodi e Berlusconi era quella del 13 marzo, quindi i tempi sarebbero ravvicinati, ma per il direttore generale non ci sono scadenze: “Anche se – precisa – sarebbe meglio avere una risposta prima possibile, magari anche domani per prendere una decisione”.

(7 marzo 2006)

(Nella foto: Romano Prodi)

Ferilli: "Io e Cattaneo ci frequentiamo, e lui non è capace di corteggiarmi"


Per la prima volta, l’attrice romana, in una intervista
a “Gente”, ammette una simpatia per l’ex dg della Rai

Ferilli: “Io e Cattaneo ci frequentiamo
e lui non è capace di corteggiarmi”

E su una possibile candidatura per i Ds: “Non m’interessa”

di DANIELE SEMERARO

ROMA – Sabrina Ferilli, dopo che alla fine di agosto era stata vista in compagnia dell’ex direttore generale della Rai Flavio Cattaneo, adesso ammette: “È vero, ci frequentiamo”. L’attrice romana, in un intervista rilasciata al settimanale “Gente”, in edicola domani, aggiunge: “È stata la mia anima ‘maschile’ a mettersi in contatto con la concretezza lombarda di Flavio, che ha un pragmatismo esemplare, paradigmatico. Di lui – continua la Ferilli – mi hanno colpito la pazienza ferma, il carattere forte, la sua incapacità a corteggiarmi”. Sabrina è separata da Angelo Perone, che aveva sposato due anni fa.

Durante questo periodo, stando a quanto rivela l’attrice, non ci sarebbero stati né fiori né regali, perché “la seduzione in un rapporto paritario, come il nostro, è il rispetto delle promesse. Le relazioni vere e profonde – continua – non si possono impostare sul gioco, ma sulla voglia di costruire un futuro insieme. Flavio e io siamo in questa situazione, Dio solo sa cosa succederà domani. Gli amori, i matrimoni sono evoluzioni continue, non assiomi di indissolubilità. Però bisogna crederci e impegnarsi, perché i sentimenti possano crescere, mettere solide radici, provare a diventare eterni”.

“L’essere un po’ maschile – ammette poi Sabrina – cioè poco schiava della passione erotico-sentimentale, che divora molte donne e le rende fragili, è stata la mia salvezza. Ma non potrei mai diventare l’amante di un uomo, perché se decido di offrirmi lo faccio seriamente e in modo totale, non pongo limiti né confini”.

E a proposito di una candidatura nelle fila dei Ds alle politiche del 2006 la Ferilli risponde: “Rispetto troppo la politica per prenderla sotto gamba. La mia tradizione familiare e il mio cuore battono a sinistra, ma la mia carriera è un’altra. Gli attestati di stima dei Ds mi hanno fatto piacere, però la politica attiva non m’interessa”.

(6 dicembre 2005)

(Nella foto: Flavio Cattaneo e Sabrina Ferilli)