Ancora sulla notte del terremoto

Ringrazio il collega Federico Sisimbro, che nella bella intervista a “IL MONDO DI SKY TG24” ha parlato anche di me (troppo buono!) a proposito della notte del terremoto, durante la quale eravamo in turno insieme. Qui l’intervista completa.

Durante la notte del sisma che ha colpito l’Abruzzo eri di turno a Sky. Ci racconti quei primi momenti?
Ho vissuto la terribile esperienza del terremoto in Campania negli anni ’80. Quindi quando in redazione ho sentito la terra tremare sotto i piedi ho subito capito cosa stava succedendo. Mi sono consultato con l’altro mio collega, Daniele Semeraro, un giovane davvero molto preparato, e abbiamo avviato il motore di Sky Tg24. In poco meno di mezz’ora in redazione sono piombati il direttore Emilio Carelli e il vice Ivano Santovincenzo. Alle 5 Marco Piccaluga era già in onda con una serie di telefonate con esperti e autorità. Gente contattata nel cuore della notte da me e Semeraro. Il lavoro di squadra è anche questo, lavorare nelle retrovie per consentire un buon risultato finale.

Terremoto, dal Cdm in Abruzzo 8,5 miliardi per la ricostruzione. Il mio servizio per Sky Tg24


Il mio servizio dopo un minuto dall’inizio del video

 

Dal consiglio dei Ministri di oggi all’Aquila dovrebbero arrivare otto miliardi e mezzo, sette dei quali per la ricostruzione, così come previsto dal decreto “Abruzzo”, che verrà approvato nella sua versione definitiva. Le regole saranno ferree: i nomi dei fornitori, ad esempio, saranno pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale. Si potranno modificare i piani regolatori e ottenere in breve tempo la valutazione di impatto ambientale. I redditi dei fabbricati distrutti non concorreranno alla formazione del reddito imponibile ai fini Irpeg, Irpef e Ici fino alla loro definitiva ricostruzione.