Ecco come rendere tutti i nostri messaggi di Gmail letti

→ D@di per Downloadblog.it

Se vogliamo fare un po’ di pulizia nella nostra casella di posta Gmail, ci viene incontro un utile trucchetto per rendere, all’istante, tutti i messaggi come “letti”. Un’operazione utile nel caso avessimo ricevuto, nel corso dei mesi scorsi, tonnellate di newsletter o pubblicità che non abbiamo avuto il tempo di/non abbiamo voluto leggere.

Il trucco è semplicissimo. Basta andare in Impostazioni > Filtri > Crea un nuovo filtro. Poi, dove c’è scritto, “Contiene le parole” basterà incollare questa stringa: is:unread. Si tratta di una stringa che seleziona solamente i messaggi non letti (e funziona anche con la versione italiana di Gmail). A quel punto, tra le azioni, cliccare su “Segna come già letto” e su “Applica il filtro anche alle X conversazioni seguenti”. Automaticamente, tutti i messaggi saranno considerati già letti.

Dopo aver fatto quest’operazione vi consiglio ovviamente di cancellare la regola, altrimenti da ora in poi tutti i nuovi messaggi saranno automaticamente visualizzati come già letti. Il trucco è molto utile perché permette di evitare, pagina per pagina, di andare a leggere/cancellare tutti i messaggi non letti.

Un utile trucco per tenere aperti contemporaneamente due account su Gmail, e non solo

→ D@di per Downloadblog.it

Capita spesso e a molte persone di dover tenere aperti due account Gmail (uno per lavoro e l’altro per i messaggi “personali”, ad esempio), ma come sapete questo di default è impossibile, a meno che non si usino due browser separati.

Per risolvere il problema ci viene incontro un’utile estensione per Firefox chiamata CookiePie. L’estensione è compatibile, tra l’altro, anche con Flock, e per vederla in azione vi basta far partire il video che ho inserito qui sopra.

Ovviamente noi abbiamo parlato di Gmail perché è uno dei casi più eclatanti, ma con CookiePie è possibile utilizzare due istanze diverse dello stesso servizio, quando esso è basato su cookies (altri servizi di posta come Yahoo! Mail o Hotmail, calendari, applicazioni da ufficio come Zoho o Google Docs, e così via).

Un utile trucchetto per creare “al volo” documenti su Google Docs

→ D@di per Downloadblog.it

Se utilizzate spesso Google Docs per creare documenti, il blog ufficiale del servizio ha pubblicato una serie di utili trucchetti per creare “al volo” documenti.

In particolare, si tratta di tre bookmarklet da inserire nei propri preferiti. Basterà, poi, richiamarne uno per creare all’istante un nuovo documento di testo, un nuovo foglio di calcolo o una nuova presentazione.

Ecco i tre bookmarklet:
Nuovo documento di testo
Nuovo foglio di calcolo
Nuova presentazione
Per salvarli basterà trascinarli nella barra dei bookmark (quella laterale o quella orizzontale in alto). Molto comodo, no?

Aggiungere nuovi siti allo speed dial di Opera 9.5

→ D@di per Downloadblog.it

Ultimamente si parla molto di Firefox 3, ma la settimana scorsa molti di voi erano rimasti entusiasti dall’uscita della nuova versione di Opera, la 9.5.

Tra le novità più apprezzate c’è certamente lo “speed dial” e cioè la possibilità, tramite un’interfaccia grafica molto intuitiva e simile a quella della tastiera di un telefono, di visitare al volo i siti di nostro maggiore interesse. Purtroppo Opera offre la possibilità di memorizzare solo nove tra i siti più visitati. Ma se noi ne vogliamo di più?

Risolvere il problema è in realtà semplicissimo, e richiede una semplice modifica di alcune righe nel file di configurazione. Prima di iniziare, accertiamoci però di avere almeno un sito già impostato nello “speed dial”. Andiamo nella barra degli indirizzi e scriviamo about:opera, quindi premiamo Invio. In quel modo noteremo qual è l’indirizzo che porta al file di configurazione del browser. Quindi chiudiamo del tutto Opera (importante!)

A quel punto raggiungiamo la cartella neklla quale si trovano le impostazioni del browser e apriamo il file Speedidial.ini con un qualsiasi text-editor (tipo Blocco Note). A quel punto, aggiungiamo le righe seguenti dopo le prime righe (qualsiasi parte va bene, basta che sia verso l’inizio del file) e ovviamente modifichiamo il numero di righe e colonne che vogliamo poi ottenere:
[Size]
Rows=5
Columns=5

A quel punto, apriamo Opera. Andiamo nello “speed dial” e vedremo che le nostre righe e colonne sono state aggiunte. Forse 5 x 5 è un po’ troppo (infatti spesso alcune celle rimangono nascoste), ma “smanettando” un po’ coi numeri riuscirete sicuramente ad adattare la scelta alla risoluzione dello schermo che preferite.

Unico problema: il servizio (utilissimo!) Opera Link sincronizza le varie versioni di Opera che abbiamo sui nostri diversi computer; in questo caso, però, continuerà a sincronizzare solamente primi nove siti dello “speed dial”, come da default.

Il trucco ovviamente funziona su tutti i sistemi operativi (Windows, Mac Os X, Linux, solo per citare i più famosi) su cui “gira” Opera.

Come nascondere (agli spammer) il proprio indirizzo e-mail con “The Enkoder”

→ D@di per Downloadblog.it

A volte capita di voler inserire, sul proprio sito o sul proprio blog, un indirizzo e-mail per essere contattati. Ma come sappiamo bene, inserire il link o comunque anche il solo indirizzo di posta elettronica sul Web espone lo stesso ad essere condannato a una marea di spam per gli anni a venire.

Ci sono molti metodi per “postare” su internet il proprio indirizzo e-mail senza incorrere in questo particolare problema, e oggi vi parliamo di uno di questi metodi, chiamato “The Enkoder”. Si tratta di un servizio Web composto da un form all’interno del quale dobbiamo inserire il nostro indirizzo di posta elettronica e il testo a cui questo indirizzo deve essere linkato (come ad esempio “Fai click qui per mandarmi una mail”).

Il sito, dopo pochi istanti, ci offrirà gratuitamente un codice JavaScript da inserire direttamente all’interno della nostra pagina Web, che contiene all’interno il nostro indirizzo e-mail crittografato, in modo da essere interpretato solo dai browser e non dai bot utilizzati dagli spammer per scandagliare la rete in cerca di indirizzi mail.

Tra l’altro, è disponibile anche una versione desktop per Mac Os X del servizio, scaricabile gratuitamente a partire da qui.

Inserire un Mp3 in un’immagine su Flickr

→ D@di per Downloadblog.it

Inserire (nascondendolo) un file musicale Mp3 in un’immagine Jpeg caricata su Flickr? Si può fare tramite un simpatico trucchetto.

Prendiamo un’immagine Jpeg e un file Mp3 e mettiamoli nella stessa cartella. Apriamo, in Windows, il prompt dei comandi (tramite Avvio > Esegui > cmd) e digitiamo:
copy /b foto.jpg + canzone.mp3 nuovafoto.jpg (ovviamente dobbiamo sostituire a canzone.mp3 e a foto.jpg i nomi veri della canzone e della foto che vogliamo utilizzare). Questa stringa combinerà insieme il file fotografico e il file musicale.

Poi possiamo “uploadare” la nostra foto su Flickr. Per farla scaricare agli amici, basta che questi scarichino la versione originale della nostra foto e cambino l’estensione in .mp3. Per ascoltarla, basterà utilizzare WinAmp (file encodati in questo modo non sono leggibili da Windows Media Player e similari). Qui una prova.

Ovviamente abbiamo fatto un esempio con immagini che hanno al loro interno un file audio, ma possiamo inserire anche, seguendo la stessa procedura, file Pdf, Word, Excel e così via.

Vi abbiamo dato le informazioni per utilizzare il “trucchetto” su Windows, ma probabilmente qualche “smanettone”, nei commenti, ci aiuterà spiegandoci come fare lo stesso su terminali Unix (Mac Os X, Linux). Ovviamente non abusate della funzione: Flickr è un sito dove condividere esclusivamente immagini.

Inserire firme Html in Gmail con un bookmarklet

→ D@di per Downloadblog.it

Per qualche strana ragione, Gmail ancora non supporta le firme Html nei propri messaggi. Per la serie: non è ancora possibile inserire in una mail una firma con stili di testo, immagini o link. Per risolvere il problema sono disponibili un mucchio di script per Greasemonkey. Ma se non vogliamo per forza utilizzare la firma Html in ogni nostra mail in uscita? O se vogliamo creare firme Html diverse?

A risolvere il problema, un piccolo trucco creato da GeekFG: si tratta di un servizio Web che permette di creare una o più firme Html per Gmail e, conseguentemente, di salvarle in un bookmarklet per browser. Durante la composizione di una e-mail basterà fare click sul bookmarklet per vedersi la propria firma Html comparire in calce al messaggio.

La Web-app, tra le opzioni, ha anche la possibilità, per “utenti esperti”, di comporre la propria firma scrivendo direttamente in linguaggio Html. Unico problema: ho fatto alcune prove, e sembra che l’applicazione non supporti il browser Safari.

Creare scorciatoie per abilitare/disabilitare al volo il firewall di Windows Vista

→ D@di per Downloadblog.it

A volte può capitare, per un problema di porte o per un software che non riesce a collegarsi correttamente a internet, che ci sia bisogno di disattivare momentaneamente il firewall interno di Windows Vista.

Il sito HowToGeek.com, che offre sempre tutorial molto interessanti, questa volta si occupa proprio di questo, e ci aiuta con semplicità a costruire due collegamenti desktop: uno per attivare e un altro per disattivare, con un semplice doppio-click, il firewall. Creare i due shortcut è molto semplice. Iniziamo facendo (in una parte vuota del desktop) click col tasto destro, poi nuovo > collegamento (new > shortcut, nella versione in inglese).

Alla richiesta di quale collegamento inserire, scriviamo la stringa:
netsh firewall set opmode disable
per il collegamento alla disabilitazione del firewall, e:
netsh firewall set opmode enable
per il collegamento all’abilitazione.

Ovviamente, nelle schermate successive potremo scegliere un nome, un’icona adeguata e anche un tasto di scelta rapida per i nostri due nuovi collegamenti. Utile, no?

La versione “portable” di Firefox con Flash anche in ambienti “bloccati”

→ D@di per Downloadblog.it

trucco di cui avrei avuto personalmente bisogno alcune volte; immagino che anche molti di voi si saranno trovati in una situazione simile. In particolare, sto parlando di tutte quei casi in cui ci troviamo davanti a computer “protetti” senza permessi da amministratore (in ufficio, all’università, in un internet point) e non riusciamo a installare Firefox.

Come sapete tutti, con la diffusione delle cosiddette “pennette Usb” e delle memorie esterne, stanno aumentando esponenzialmente anche gli utenti delle versioni “portable” dei programmi: quelle, cioè, che s’installano direttamente su un flash drive e non hanno bisogno di un’installazione locale. Può capitare, e qui torniamo al problema, che installando Firefox Portable edition non abbiamo però la possibilità di installare il plugin di Flash, rendendoci un po’ difficile la navigazione in determinati siti.

Se, però, Flash – come di solito accade – è già installato nel computer dove stiamo lavorando, ci basterà copiare i file flashplayer.xpt e NPSWF32.dll dalla cartella d’installazione di Flash (solitamente Windows > System32 > Macromedia > Flash) e incollarli nella cartella dei plugin della nostra versione portatile di Firefox (Firefox > plugins).

Tutto qua: basta chiudere e riaprire il browser di casa Mozilla per avere Firefox portatile completamente funzionante.

Scaricare facilmente video di YouTube come file Mp4

→ D@di per Downloadblog.it

Un post molto interessante spiega come scaricare da YouTube video in formato Mp4 senza l’ausilio di nessun servizio Web aggiuntivo. Ho testato personalmente diverse volte il trucchetto, e sembra funzionare praticamente su tutti i video con cui l’ho provato, anche se i creatori assicurano che non funziona sempre.

Se, invece di scaricare il file Flv, vogliamo ottenere direttamente un file Mp4 (più leggibile e compatibile perché supportato da Vlc, MPlayer, iTunes, Quicktime, solo per citare alcuni player) del nostro video preferito, dobbiamo seguire qualche semplice passo e il gioco è fatto.

Prima cosa: dopo aver visto il video inseriamo questa stringa alla fine dell’indirizzo del video: &fmt=18. Ad esempio, se il link del nostro video è questo, http://www.youtube.com/watch?v=OLKieLQ9QQU, basterà aggiungere la stringa &fmt=18 subito dopo, creando un link del genere http://www.youtube.com/watch?v=OLKieLQ9QQU&fmt=18 e premendo Invio.

Creiamo, poi, un bookmarklet, copiando il codice che sta sotto questo link. Per avere la possibilità di scaricare il video in formato Mp4 basterà, dalla pagina del video, premere sul bookmarklet (o incollare la stringa direttamente nella barra degli indirizzi) e automaticamente nella parte destra dello schermo, subito sotto il codice “embed”, apparirà il link per scaricare il file.

Se la trafila ci annoia possiamo sempre utilizzare uno script per Greasemonkey. Attenzione solo a scaricare i file di cui detenete i diritti: l’operazione è infatti vietata dalle condizioni d’uso di YouTube.

Come leggere i file .docx di Word 2007(Pc) / 2008(Mac) senza avere Word né internet

→ D@di per Downloadblog.it

Avete mai avuto bisogno di leggere un documento Word salvato con l’edizione 2007 (per Pc) o 2008 (per Mac), senza avere un computer con Word nuova edizione installato né collegamento a internet?

Come sapete, il nuovo formato .docx è diffcilmente leggibile dalle vecchie versioni del software di casa Microsoft, ma c’è un modo molto semplice per leggerlo (senza editarlo, ovviamente) tramite un browser o qualsiasi editor di testo.

Il trucco è davvero semplice: basta rinominare l’estensione del nostro file da .docx a .zip. Dopodiché apriamo il file .zip che abbiamo appena creato e all’interno della cartella Word cerchiamo il file chiamato document.xml.

Apriamo il documento .xml con qualsiasi browser o editor di testo, e il gioco è fatto. Unico problema: all’interno del file .xml non potrete vedere gli stili, ma vedrete solo il testo. Si tratta, in ogni caso, di un’utile procedura di emergenza se non riusciamo in nessun modo ad aprire il file.

Come avere i propri podcast preferiti nella casella e-mail (meglio se Gmail)

→ D@di per Downloadblog.it

Su Lifehacker è stata riportata un’interessante guida che spiega come avere, direttamente nella propria casella di posta elettronica, le registrazioni dei propri podcast preferiti. Pratica molto utile se, ad esempio, si è in viaggio o se si utilizzano computer condivisi e non si possono installare software (come iTunes, solo per citarne uno) che gestiscono le sottoscrizioni ai podcast.

La procedura non è per niente difficile. Innanzitutto, dobbiamo prendere familiarità con uno di questi due servizi Web, che non fanno altro che gestire le proprie sottoscrizioni Rss e inviarle a una casella e-mail da noi definita: sto parlando di ZapTXT o RSSFwd. I due servizi sono pressoché uguali (forse ZapTXT ha qualche funzione in più).

Dunque, basterà inserire, in uno di questi due servizi, la Url del Feed del nostro podcast preferito, e così ogni volta che uscirà un “brano” nuovo, ne verrà inviato il link alla nostra casella di posta elettronica.

Ma si tratta solo del link, direte voi. E qui vi sbagliate: se, infatti, utilizzate Gmail, la funzione di Mp3 Player presente in Gmail riconoscerà immediatamente che si tratta di un link audio e provvederà ad aprire una finestra con all’interno un player, attraverso il quale ascoltare facilmente il podcast.

Per salvare, invece, il podcast su un’unità esterna Usb o su un player Mp3, basterà semplicemente cliccare col tasto destro sul link al brano e selezionare “Salva oggetto con nome”.

Mi sembra un “trucchetto” utile e interessante. Ne conoscete altri? Segnalateceli, come sempre, nei commenti.

Come scaricare una conversazione da Gmail

→ D@di per Downloadblog.it

Avete mai avuto bisogno di scaricare un’intera conversazione dal vostro indirizzo di posta elettronica su Gmail? Certo, a prima vista il modo più semplice sarebbe quello di copiare l’intero testo (tramite il copia/incolla) su un nuovo documento di testo.

Oppure, ancora, si potrebbero usare i protocolli POP3 o IMAP, configurando il client di posta elettronica. Oppure, ancora, si potrebbero stampare le conversazioni in formato Pdf. Ma c’è anche un altro metodo.

L’unica cosa che dobbiamo fare, prima, è disabilitare (temporaneamente) la funzione Javascript del browser (qui una pratica guida).

Apriamo la nostra conversazione e facciamo click su “Print all” o “Stampa tutto” nella parte destra della pagina di Gmail. A quel punto, basterà salvare la conversazione in formato Html in qualsiasi punto del computer. Il sistema scaricherà foto e testo, mentre non scaricherà altri tipi di allegati (che dovranno essere scaricati manualmente).

Come fate, di solito a scaricare i documenti Flash da internet? Io vi dico la mia…

→ D@di per Downloadblog.it

Navigando per il Web, ogni giorno ci troviamo davanti a numerosi contenuti Flash. Giochi, libri elettronici, animazioni, video di YouTube e di tutti gli altri servizi di video-sharing. Ognuno di noi utilizza un modo tutto suo (come plugin del browser o servizi Web fatti apposta) per scaricare questo tipo di contenuti.

Quando, però, siamo persi, c’è una strada che possiamo percorrere. Chiaramente non è “legalissima”, ma – credo – nemmeno tanto illegale. Io vi dico la mia, testata senza problemi su numerosi siti. Voi, invece, fatemi sapere la vostra.

Non tutti sanno che Safari, il browser di Apple disponibile ormai da qualche tempo anche per Pc, ha una funzione chiamata “attività”. Si raggiunge dal menu in alto sotto “Finestra > Attività”. Ebbene, su attività è possibile avere una lista di tutti i file caricati all’interno della pagina, comresi ovviamente quelli in Flash, JavaScript, e così via. Per scaricarli, o per avere comunque il loro indirizzo “diretto”, basterà fare doppio-click.

Una volta scaricato, ricordatevi che a volte c’è bisogno di rinominarlo mettendo “.flv” alla fine. E per riconoscere il file “giusto” da scaricare, basterà ovviamente scegliere quello che “pesa” di più (come si evince anche dalla foto in alto).

Io, dicevo, l’ho testato su numerosi siti, soprattutto di video-sharing, e funziona molto bene. Fatemi sapere se vi trovate d’accordo!

Integrare Gmail e Google Calendar in un’unica pagina

→ D@di per Downloadblog.it

Siete frequenti utilizzatori sia di Gmail che di Google Calendar e vi annoia dover passare da una finestra all’altra per controllare i due servizi? Attraverso Greasemonkey (il famoso add-on per Firefox) e lo script Enhance Gmail è possibile incorporare Google Calendar nella stessa pagina di Gmail.

Farlo è semplicissimo: basta installare lo script e, oltre al calendario, è possibile visualizzare sotto alla posta elettronica anche il gadget per la chat di GTalk. E così, con pochi click (tra l’altro lo script è facilmente organizzabile) è possibile costruirsi una pagina-organizer davvero originale (in attesa, magari, che la funzione in futuro venga supportata nativamente da Google).