In arrivo la versione 4 di Skype, tutta incentrata sulle videochiamate

→ D@di per Downloadblog.it

Un po’ in sordina visto il grande interesse che ha suscitato il rilascio di Firefox 3, Skype ha annunciato il rilascio della beta pubblica della versione 4 del popolare client di chiamate VoIP. La novità principale della nuova versione è sicuramente il fatto che la parte “video” delle chiamate sarà molto più valorizzata, e diventerà “parte integrante” (molto più di quanto lo sia ora, quindi) del servizio.

La versione 4, assicurano i programmatori, consisterà nel più grande redisegn del software da cinque anni a questa parte, andando così ad evolversi di pari passo come sta evolvendo la comunicazione in rete. La novità maggiore, lo dicevamo, oltre a una nuova interfaccia (si potranno vedere foto molto più grandi di ogni utente, solo per fare un esempio), sarà la presenza, accanto ad ogni contatto, dei bottoni “chiama” e “videochiama”.

Al momento, ha spiegato il presidente di Skype Josh Silverman, il 28 per cento degli utenti utilizza la videochiamata. Con il nuovo software e soprattutto una migliore risoluzione (che porterà la videochiamata a tutto schermo ad avere una fedeltà migliore di quella attuale) Skype punta a diventare (ma forse già lo era…) anche il leader delle videoconferenze a basso costo.

Secondo gli ultimi dati, il servizio ha raggiunto quota 309 milioni di utenti registrati, e nei primi quattro mesi del 2008 ha annunciato un guadagno di 126 milioni di dollari (pari a circa 81 milioni di euro).

Skype vola con le nuove tariffe

→ D@di per Downloadblog.it

Skype è in crisi rispetto alle aspettative e eBay è indecisa se venderla o no al miglior offerente? Intanto oggi, per tentare un rilancio in grande stile, sono state presentate nuove offerte e nuove tariffe che sicuramente fanno gola a quanti utilizzano il più famoso servizio di telefonia Web per parlare frequentemente con persone lontane.

Si tratta della prima volta che Skype introduce dei piani che prevedono chiamate illimitate. Quello più gettonato è sicuramente il piano che permetterà, con poco più di tre euro al mese (3,39 euro), di chiamare senza limiti e senza scatto alla risposta i numeri fissi di un determinato paese del mondo. Nel piano, chiamato “Senza Limiti Uno”, incluso anche un numero SkypeIn e la segreteria telefonica.

Molto simile anche “Senza Limiti Europa”, che offre le stesse caratteristiche del precedente ma, con 4,54 euro al mese, sarà possibile chiamare non uno, ma 20 paesi europei.

La terza tariffa, chiamata “Senza Limiti Mondo” costa 10,29 euro al mese e permette di chiamare gratis in 34 paesi del mondo (in Singapore, Hong Kong, Canada, Cina e Stati Uniti inclusi nella promozione anche i cellulari). In quest’ultima opzione tariffaria presenti anche due numeri SkypeIn.

Le offerte, soprattutto per chi chiama frequentemente un paese europeo, sono davvero molto competitive. Che ne pensate? Se siete interessati affrettatevi ad abbonarvi: se lo fate entro il primo giugno ci sono degli sconti.

Skype vìola la licenza Gpl

Skype vìola la GNU General Public License (GPL), la licenza per il software libero. Parola della tribunale regionale di Monaco, Germania. Una decisione che, sicuramente, influenzerà le aziende che vogliono utilizzare licenze Gpl in futuro.

Skype, in particolare, non è colpevole per quel che riguarda il software che distribuisce gratuitamente, quando per la messa in commercio di un telefono VoIP, il “SMCWSKP100″ (vedi foto), nel cui firmware è presente il kernel Linux. La società di telefonia via internet, infatti, non ha rispettato le regole di commercio di prodotti sotto licenza Gpl (pur tentando in qualche modo di rispettare le regole) e così sarà probabilmente condannata a pagare una multa e, in futuro, ad attenersi scrupolosamente alle leggi.

La licenza Gpl dà la possibilità alle aziende di distribuire il codice sorgente dei propri prodotti su internet (separatamente, quindi, dai prodotti) ma solo a certe condizioni, tra cui il fatto che il compratore dovrebbe ricevere il testo della licenza insieme al prodotto).