YouTube presenta un nuovo player

→ D@di per Downloadblog.it

Da qualche giorno, ma non ne sappiamo il motivo, YouTube sta testando sul suo sito un nuovo player video. Il player, come quello che vedete nella foto qui accanto, si presenta molto più snello del precedente, ma ha alcune funzionalità in meno rispetto a quello attuale.

Una su tutte, non ha il bottone per tornare indietro, che in molte situazioni a mio giudizio è utile, e ancora non supporta pienamente gli shortcut da tastiera. Non sappiamo perché YouTube, dopo che da pochissimo ha cambiato player, ne stia testando uno nuovo.

In ogni caso, se volete dare voi stessi un’occhiata, andate nella versione americana/internazionale del sito e, sotto ogni video, troverete la possibilità di scelta tra “YouTube Player Beta” (cioè questo nuovo) e “Use the old YouTube Player” (quello vecchio, appunto). Fateci sapere cosa ne pensate!

“Piccole” difficoltà di YouTube negli Emirati Arabi

→ D@di per Downloadblog.it

Meno male che non abitiamo negli Emirati Arabi Uniti. Non per il conto in banca, ovvio, ma per un bug, considerato molto grave, che ha afflitto YouTube in questi ultimi giorni.

Secondo quanto raccontano alcuni quotidiani, infatti, agli utenti YouTube che si collegavano a internet tramite il provider Etisalat, era data la possibilità di accedere alle pagine delle opzioni personali di YouTube di qualsiasi altro utente.

Gli iscritti a YouTube, dunque, potevano vedere le pagine dei video personali, i contatti, i video preferiti, e così via. A questa violazione (già abbastanza grave di per sé) se n’è aggiunta però un’altra: era possibile, infatti, anche accedere alle caselle Gmail degli utenti YouTube che avevano associato i due account.

Al momento non è ancora chiara la causa del problema; probabilmente, secondo alcuni esperti di sicurezza, i server Etisalat hanno conservato in cache delle pagine che sono state poi “servite” per errore agli utenti sbagliati. Chissà, ora, quali saranno le conseguenze di questo bug.

Scaricare facilmente video di YouTube come file Mp4

→ D@di per Downloadblog.it

Un post molto interessante spiega come scaricare da YouTube video in formato Mp4 senza l’ausilio di nessun servizio Web aggiuntivo. Ho testato personalmente diverse volte il trucchetto, e sembra funzionare praticamente su tutti i video con cui l’ho provato, anche se i creatori assicurano che non funziona sempre.

Se, invece di scaricare il file Flv, vogliamo ottenere direttamente un file Mp4 (più leggibile e compatibile perché supportato da Vlc, MPlayer, iTunes, Quicktime, solo per citare alcuni player) del nostro video preferito, dobbiamo seguire qualche semplice passo e il gioco è fatto.

Prima cosa: dopo aver visto il video inseriamo questa stringa alla fine dell’indirizzo del video: &fmt=18. Ad esempio, se il link del nostro video è questo, http://www.youtube.com/watch?v=OLKieLQ9QQU, basterà aggiungere la stringa &fmt=18 subito dopo, creando un link del genere http://www.youtube.com/watch?v=OLKieLQ9QQU&fmt=18 e premendo Invio.

Creiamo, poi, un bookmarklet, copiando il codice che sta sotto questo link. Per avere la possibilità di scaricare il video in formato Mp4 basterà, dalla pagina del video, premere sul bookmarklet (o incollare la stringa direttamente nella barra degli indirizzi) e automaticamente nella parte destra dello schermo, subito sotto il codice “embed”, apparirà il link per scaricare il file.

Se la trafila ci annoia possiamo sempre utilizzare uno script per Greasemonkey. Attenzione solo a scaricare i file di cui detenete i diritti: l’operazione è infatti vietata dalle condizioni d’uso di YouTube.

Germania, ebrei denunciano Google e YouTube

→ D@di per Downloadblog.it

Il Consiglio centrale degli ebrei di Germania ha deciso di ricorrere in tribunale contro Google, “che – spiega il segretario generale dell’organizzazione, Stephan Kramer – attraverso la sua succursale YouTube è diventato complice di chi promuove odio razziale e discriminazione”.

La decisione è avvenuta dopo l’ennesima scoperta, da parte del gruppo che difende i diritti degli ebrei, di un video in cui veniva mostrata una foto data alle fiamme del defunto presidente del Consiglio centrale degli ebrei di Germania, Paul Spiegel, su uno sfondo di svastiche.

Secondo l’accusa, inoltre, gli ambienti di destra usano ampiamente YouTube, mentre non si capisce se i gestori abbiano deciso di fare qualcosa contro questo abuso. Google, da parte sua, si difende: Kay Oberbeck, portavoce di Big G ad Amburgo, ha respinto le accuse, assicurando: “Siamo consapevoli delle nostre responsabilità”.

Non è la prima volta che sentiamo notizie simili, di violazione dei diritti di gruppi politici o religiosi. I gestori di YouTube si difendono spiegando di fare il possibile per evitare che determinati video vadano online, ma in effetti un controllo massiccio su ogni video è praticamente impossibile.

Che ne pensate? Secondo voi Google dovrebbe aumentare il controllo sui videoclip mandati in rete, o poi, di conseguenza, ci troveremmo di fronte a una censura vera e propria?

Flickr come archivio anche di video? L’annuncio potrebbe arrivare molto presto

→ D@di per Geekissimo.com

E se Flickr, il più grande archivio internet di immagini, iniziasse ad accettare anche l’upload e la condivisione di video, iniziando a far concorrenza a YouTube? L’idea ogni tanto riemerge, tra indiscrezioni e fantasie. Sembra, però, che questa volta un annuncio di un cambiamento di rotta di Flickr potrebbe addirittura arrivare a breve termine.

Dopo aver acquisito Flickr, Yahoo! già nel maggio dello scorso anno per bocca del suo co-fondatore, Stewart Butterfield, si era rivelata interessata a una parte interamente dedicata ai video. Per la serie: è frustrante per i nostri utenti voler uploadare nei nostri server foto e video delle vacanze, e sapere che i video non vengono accettati e doversi rivolgersi altrove, come ad esempio a YouTube.

È passato molto tempo e ancora non è accaduto nulla. Secondo alcune indiscrezioni riportate da TechCrunch, però, una svolta radicale potrebbe avvenire molto presto, addirittura entro il prossimo mese. Parte del ritardo, infatti, potrebbe essere dipeso da un lungo dibattito interno sull’opportunità di creare un Flickr Video o meno.

Ovviamente né l’ufficio stampa di Yahoo! né i suoi dipendenti attraverso i vari blog hanno risposto a queste indiscrezioni, ma ormai la notizia sta iniziando a circolare e sembra davvero che Flickr Video stia arrivando. Staremo a vedere; certo è che nel corso degli ultimi mesi sono nati numerosi servizi di video-sharing, ma YouTube continua ad essere sempre il numero uno. Che Flickr Video possa intaccare questo strapotere?

Il grande Elio al Dopofestival

Sicuramente la novità più bella di questo Festival di Sanremo che ci siamo lasciati alle spalle è il Dopofestival con Elio e le Storie Tese, che hanno riscritto e ricantato, con la loro simpatica verve, alcuni dei brani presentati dagli artisti al Festival, inserendo contaminazioni da altre canzoni, cambiando le parole e rendendo i brani molto più belli.

Ve ne propongo alcuni, ad iniziare dalla mia preferita.

CAMMINA CAMMINA, AMEDEO MINGHI (LA MIA PREFERITA!!!) ↓


“O Minghi tu t’ispiri ai pittori fiamminghi e a quelli vichinghi. O Minghi, non frequenti le sale dei binghi, sei fuori dai ranghi…”

ANNA TATANGELO, IL MIO AMICO ↓

PAOLO MENEGUZZI, GRANDE ↓

MICHELE ZARRILLO, L’ULTIMO FILM INSIEME ↓

TRICARICO, VITA TRANQUILLA ↓

TOTO CUTUGNO, UN CORPO CHIUSO IN GABBIA ↓

FINLEY, RICORDI ↓

SONOHRA, L’AMORE ↓

EUGENIO BENNATO, GRANDE SUD ↓

La censura pakistana manda in tilt YouTube in mezzo mondo

→ D@di per Downloadblog.it

YouTube in tilt per diverse ore, ieri, “per colpa”, se così si può dire, della censura del governo pakistano. Il governo di Islamabad, infatti, nel tentativo di bloccare l’accesso al pià famoso sito di video-sharing avrebbe provocato addirittura un blackout praticamente globale di oltre due ore.

Come? Secondo una prima ricostruzione, il provider internet pakistano Pccw e l’azienda Pakistan Telecom, per evitare che la gente si collegasse a YouTube hanno reindirizzato tutti i protocolli internet di YouTube verso indirizzi Ip non validi.

“Abbiamo determinato che il problema ha avuto origine in Pakistan – si legge nel comunicato diffuso da Google – e stiamo indagando e lavorando con altri nella comunità internet per far sì che ciò non accada più”.

La decisione del governo pakistano di bloccare l’accesso a YouTube deriverebbe, tra le altre cose, dalla presenza sui server delle vignette satiriche danesi sul profeta Maometto che, lo ricorderete tutti, provocarono un’accesa reazione alcuni anni fa da parte di tutto il mondo musulmano.

8hands, il client perfetto per i social network

→ D@di per Downloadblog.it

Se siete “maniaci” di YouTube, Facebook, MySpace, Flickr, Twitter e così via, allora questo software (per Windows) fa per voi.

Si chiama 8hands ed è un client leggero e funzionale che permette di gestire i social network più famosi direttamente dal desktop e da un’unica interfaccia, senza fare decine di login e aprire centinaia di schede.

Oltre a organizzare e a ottimizzare i propri profili, è anche possibile ricevere notifiche in tempo reale sugli aggiornamenti dei nostri amici. Tra le altre funzioni, molto utili la condivisione di video, foto e altri contenuti con gli amici attraverso un semplice click, e le statistiche e i riepiloghi giornalieri sul proprio utilizzo dei diversi social network.

In futuro dovrebbero arrivare anche un versione Mac e una Linux.

YouTube e i video-auguri di Natale

Un post in tema natalizio visto che da oggi si entra ufficialmente nel periodo di Natale. A proposito, auguri a tutti i lettori per questa giornata dell’Immacolata.

D@di per Downloadblog.it

I negozi e le strade sono già tutti addobbati per le feste, ma secondo la tradizione è da domani, 8 dicembre, che si entra nel vero e proprio periodo natalizio.

Per festeggiare a dovere, YouTube ha lanciato un servizio molto simpatico, che si chiama Video Holiday Card. Per accedervi è stato creato un apposito banner (che compare alla destra della pagina) dal titolo “Send this as a Video Holiday Card”.

Come è facile intuire, il servizio prende il video che stiamo guardando e dà all’utente possiblità di confezionarlo all’interno di una pagina Web personalizzata (è possibile scegliere tra numerosi layout natalizi) in cui possiamo anche scrivere un messaggio al nostro destinatario.

Il destinatario riceverà tramite e-mail il link alla pagina (qui potete vedere un esempio), e potrà così guardare il nostro messaggio di auguri.

Un servizio molto utile (e, a mio parere, originale) se, ad esempio, vogliamo mettere online un nostro video di auguri e mandarlo a tutti i nostri amici, oppure se troviamo un video di Natale carino su YouTube e vogliamo condividerlo in un biglietto online molto particolare.

YouTube e la guida sicura in California (ma non solo)

D@di per Downloadblog.it

Chi l’ha detto che l’educazione stradale non si possa “ripassare” attraverso un canale YouTube? Il California Department of Motor Vehicles (l’equivalente della nostra Motorizzazione) ha infatti pubblicato fino ad ora oltre 55 video stra-visti su un canale YouTube appositamente creato, con la speranza che le strade possano diventare un luogo migliore.

Adatti soprattutto ai neopatentati o a coloro che si stanno accostando per la prima volta alla guida, ma utili anche per un ripasso che male non fa, i video affrontano diversi argomenti, dai consigli di guida ai quiz di teoria, dalle precedenze agli incroci fino a veri e propri “consigli di vita”.

Il video più visto in assoluto? Quello – ovviamente – che analizza le dieci ragioni principali per cui le persone vengono bocciate agli esami per la patente. Un’idea, a mio parere, molto intelligente per coinvolgere giovani e non con un linguaggio immediato – quello della rete – e che può aiutare a evitare tante stragi e a salvare vite umane. Siete d’accordo?

Vuoi imparare a cucinare? Arriva FoodTube

D@di per Downloadblog.it

Siete una frana in cucina e volete migliorare? Oppure volete imparare qualche nuova ricetta? Allora dovete assolutamente provare FoodTube, un sito che aggrega videoricette di cucina da YouTube e Google Video e che illustrano tutte le operazioni da fare passo dopo passo per arrivare dagli ingredienti al piatto finale.

Alcuni video sono generati direttamente dagli utenti; altri, invece, sono presi da documentari o trasmissioni televisive. Ne ho visto qualcuno e, a parte il tipo di cucina americana che può piacere o non piacere, sembrano comunque fatti molto bene.

Se provate a cucinare qualcosa, magari nel week-end che si sta avvicinando, fateci sapere com’è venuto!

Parte su YouTube un canale anti-bullismo

D@di per Geekissimo.com

http://youtube.com/Beatbullying. È il sito che dovete consigliare a tutti coloro che parlano sempre male e indistintamente di YouTube e degli altri servizi internet, che secondo quelli che si definiscono “esperti” sono “dannosi” e portano i giovani alla perdizione. Ebbene, proprio per dimostrare che YouTube non è tutto prese in giro ai professori e annunci di stragi e suicidi mi preme segnalare una bellissima iniziativa partita dall’Inghilterra per arginare il fenomeno del bullismo.

Fenomeno di cui si è parlato moltissimo qui da noi soprattutto negli ultimi due-tre anni, ma che al di là della Manica esiste, in maniera molto grave, da moltissimi anni. Ebbene, il nuovo canale, “Beatbullying”, cioè “combattiamo il bullismo”, ha come primo scopo quello di incoraggiare i più giovani a denunciare (a genitori, educatori e eventualmente anche alle forze dell’ordine) le intimidazioni, soprattutto quelle che avvengono proprio in rete, come le e-mail minatorie, le “persecuzioni” sui social networks e i messaggi/videomessaggi osceni sul telefonino. Tutto quello, insomma, che va sotto il nome di “cyberbullismo”.

Beatbullying, spiegano i promotori dell’iniziativa, mira a rivoluzionare il modo in cui i più giovani hanno accesso alle informazioni su come evitare di diventare vittime di scherzi e soprusi. Parte importantissima della campagna è proprio la possibilità, per i ragazzi, di inserire all’interno del canale i propri video con consigli, testimonianze e confidenze.

Moltissime celebrità, come vedete dal video che ho inserito all’inizio del post, hanno dato la loro adesione per sponsorizzare il progetto, a iniziare dal cantante Ronan Keating. La pagina principale del canale è arricchita, oltre che da videoclip, anche da numerosi link e rimandi a pagine che possono dare consigli sia ai ragazzi che anche ai loro genitori.

Combattere la fame nel mondo con un videoclip

D@di per Downloadblog.it

Se la vostra passione è tenere una telecamera in mano e volete metterla a disposizione del prossimo, questo concorso fa per voi. Indetto dal World Food Program delle Nazioni Unite (che ha sede a Roma), il concorso punta a portare l’attenzione dell’opinione pubblica (e soprattutto degli utenti di YouTube) nei confronti della povertà e della sofferenza.

Per partecipare bisognerà, ovviamente, girare un videoclip della durata di 30 o 60 secondi che parli del tema della fame nel mondo. Vinceranno quelli più belli ma anche quelli che riusciranno di più a far parlare di sé (e quindi della problematica) in rete e sui social networks. I cinque lavori migliori saranno pubblicati nel canale YouTube del World Food Program, mentre il vincitore si aggiudicherà un viaggio insieme agli esperti delle Nazioni Unite nei luoghi dove queste stanno operando.

Se siete interessati potete visitare il canale YouTube del Wfp; all’inizio del pezzo ho inserito uno dei video dimostrativi. Devo dire che fa molto effetto. Siete d’accordo?