Quando Vespa s’incazza…

Ottima puntata di Tetris questa sera intorno alla mezzanotte su La7 (dopo le Invasioni Barbariche) e domani in replica alle 13. Puntata scoppiettante, perché, oltre a parlare di sesso e potere con video inediti, Bruno Vespa, ospite di Luca Telese, si è “incazzato” come non mai per una domanda sullo scandalo intercettazioni Rai-Mediaset.

Presto i video online, intanto un bel comunicato dell’Adn ripreso anche da Dagospia.

10 – VESPA: LE INTERCETTAZIONI SONO UNA SCHIFEZZA…
(Adnkronos) – ll caso Sottile – dice Vespa, ospite questa sera di “Tetris” su La 7 – dimostra come noi giornalisti possiamo distruggere la vita di una persona. Sottile e’ stato arrestato, ’sputtanato’ e prosciolto. Io vorrei che tutto il peculato degli italiani si limitasse a un’indebita scarrozzata su un’automobile di servizio. Non puoi distruggere la vita di un persona per questo, certo puoi destituirlo dal suo incarico di portavoce del ministro degli Esteri’. Alla domanda di Luca Telese se si riferisce all’uso delle intercettazioni anche su Vespa in relazione agli ultimi brogliacci Rai- Mediaset, il conduttore di Porta a Porta replica: ’Cosa? Sia chiaro nelle sue domande. Del Noce dice soltanto che avrebbe detto che Vespa avrebbe nominato nelle circostanze opportune il ’Dottore’, cioe’ Berlusconi. Mi spiega cosa significa? Lei parla come se io fossi stato intercettato. Calmiamoci. Impariamo il mestiere. Le intercettazioni sono una schifezza! In questo Paese se ne fa un uso illegittimo. L’Italia e’ l’unica democrazia dove le intercettazioni vengono utilizzate di dritto e di rovescio, spesso in maniera impropria, spesso servono a distruggere le vite delle persone, non aiutano la giustizia, se non in casi clamorosi, e secondo me andrebbero regolamentate in maniera precisa senza nascondere niente, aiutando sempre la giustizia’.

Lascia un commento