Google conferma: “Ancora non sappiamo come fare soldi con YouTube”

→ D@di per Downloadblog.it

YouTube è uno dei siti/servizi più visualizzati/utilizzati di internet, con centinaia di milioni di videoclip visualizzati ogni giorno. Eppure, Google, proprietaria del popolare servizio di video-sharing, ammette di non sapere ancora come ricavarci qualche soldino in più, anche se spera di capirlo a breve termine.

È ovvio, ha spiegato l’amministratore delegato di Google Eric Schmidt, che la gente pensi che YouTube generi “un significativo ammontare di denaro ogni mese”, ma in realtà non è proprio così. “Il nostro obiettivo – ha poi aggiunto – non è quello di monetizzare tutto”.

La notizia arriva da un’intervista che il Ceo ha rilasciato al New Yorker, celebre rivista statunitense. “YouTube – si legge – potrebbe portare alla creazione di un nuovo business”, aggiungendo di essere ottimista per due fattori: “Conosco le persone che utilizzano il sito” e “Abbiamo il lusso di investire molto tempo nel progetto”.

Secondo Google, insomma, YouTube ha un potenziale immenso per generare denaro, che porterebbe il colosso del Web a guadagnare molto di più di quello che attualmente guadagna con i ricavi di AdSense; i guadagni, in ogni caso, arriveranno senza dubbio da nuovi tipi di pubblicità che si riusciranno a inserire dentro o intorno ai video.

Tra l’altro, proprio poco tempo fa Google aveva annunciato di voler introdurre un nuovo tipo di video-pubblicità in via sperimentale, diversa da quella che si trova attualmente sulla maggior parte dei siti (i 30 secondi di pubblicità prima dell’inizio delle clip), ma siamo ancora in attesa.

Per quanto riguarda, invece, la pubblicità all’interno dei video (con banner che appaiono nella parte bassa del player), la tecnologia è costata a Google 1,65 miliardi di dollari, ma le reazioni della gente (e degli inserzionisti) sono state molto timide.

Infine, in un momento di grande onestà Schmidt ha anche ammesso che non è vero che Google domini interamente il Www e che Yahoo! in alcune aree del mondo è più potente e riesce a fare una lavoro migliore.

Chissà quanto costerà a Google in borsa questa onestà!

Lascia un commento