Con AMD uno sguardo all’interno di uno dei supercomputer più potenti d’Europa

Il tour virtuale permette di “entrare” all’interno di HAWK, sistema che lavora nei settori energia, clima, mobilità e salute e che si trova all’università di Stoccarda

Entrare all’interno di un supercomputer per conoscerne tutti i segreti. È il sogno di tanti, spesso difficile da avverare. AMD, una delle società leader mondiali nella produzione di Cpu, ha reso disponibile un inedito tour virtuale a 360 gradi del supercomputer “Hawk” che si trova all’università di Stoccarda, presso l’High-Performance Computing Center (HLRS). Il sistema, recentemente inaugurato, è tra i supercomputer più veloci al mondo.

Il tour

Entrare nel tour virtuale è molto semplice: basta seguire questo link. Una volta entrati è possibile muoversi nell’ambiente virtuale e ottenere informazioni sul funzionamento dei singoli elementi. Il sistema, spiegano da Amd, “è progettato per far progredire le applicazioni nei settori dell’energia, del clima, della mobilità e della salute, con un picco di prestazioni di circa 26 petaflop (26 quadrilioni di operazioni in virgola mobile al secondo)”. Tantissime, dunque. Il supercomputer dà la possibilità a scienziati e ingegneri di condurre ricerche su fenomeni grandi e complessi, supportando flussi di lavoro ad alta intensità di dati che combinano intelligenza artificiale, analisi di big data, deep learning e simulazione.

Il primo centro di calcolo ad alte prestazioni

L’HLRS di Stoccarda è stato fondato nel 1996 come primo centro nazionale tedesco ad alte prestazioni. Il centro fornisce una formazione avanzata nella programmazione e conduce ricerche per affrontare i problemi chiave del futuro del supercalcolo. Tra le aree di competenza, la programmazione parallela, i metodi numerici, la visualizzazione, i concetti di grid computing e cloud computing, l’analisi dei dati e l’intelligenza artificiale.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.